Contenuto sponsorizzato

Bolzano luogo "ideale" d'Italia. Trento perde una posizione ma rimane sul podio, Belluno 30esima. Ecco la classifica di Avvenire

La vetta della classifica resta saldamente in mano al Nordest con Bolzano che si conferma prima e Trento al terzo posto. Belluno, invece, si piazza al 32esimo posto, penalizzato quasi in tutte categorie. Brilla, però, con 5 punti su 5, nella categoria Sicurezza e Legalità: un risultato migliore anche rispetto ai due capoluoghi del Trentino - Alto Adige

Di Lucia Brunello - 26 settembre 2020 - 20:28

TRENTO. Non solo soldi e ricchezza, ma anche le opportunità lavorative, l'età media, i servizi per le famiglie, la sicurezza e la qualità dell'assistenza sanitaria. Questi solo alcuni dei fattori che rendono una città pienamente vivibile. Del resto il benessere non è solo materiale. Proprio per misurare questo, l'Avvenire ha stilato una classifica del "Ben-vivere" in Italia, ossia dei luoghi che si potrebbero definire "ideali".

 

La vetta della classifica resta saldamente in mano al Nordest con Bolzano che si conferma prima. Trento si piazza al terzo posto dopo aver perso una posizione, conquistata da Pordenone.

 

Resta al quarto posto Firenze e risalgono rispettivamente al quinto e al sesto Milano e Bologna. Belluno, invece, si piazza al 30esimo posto, penalizzato quasi in tutte categorie. Brilla, però, con 5 punti su 5, nella categoria "Sicurezza e Legalità": un risultato migliore anche rispetto a Trento e Bolzano.

I fattori presi in considerazione sono stati Demografia e Famiglia, Impegno Civile, Ambiente Turismo e Cultura, Servizi alla persona, Salute, Lavoro, Economia e Inclusione, Legalità e Siurezza, Capitale Umano e infine Accoglienza. Guardando nel dettaglio i capoluoghi del Trentino - Alto Adige, si può dire che entrambi riportino punteggi molto alti, specialmente se paragonati ad altri d'Italia. Per quanto riguarda l'aspetto demografico e la presenza di famiglie, Bolzano presenta 4 punti su 5, battendo Trento con i suoi 3. Sui i Servizi alla Persona e la voce Economia e Inclusione, il capoluogo altoatesino si di nuovo migliore di quello trentino.

 

L'unica categoria in cui il capoluogo Trentino supera quello altoatesino è "Capitale Umano". Maglia invece a dir poco nera per Trento nella categoria "Accoglienza", con 1 punto su 5 (Bolzano ne ha presi 2). 

Spostandoci nel bellunese, vediamo il capoluogo piazzato al 30esimo posto. Un risultato che lascia a desiderare, considerate le potenzialità della città e la meravigliosa cornice dolomitica in cui si trova. I talloni d'Achille sono molti, tra tutti quelli che riguardano l'andamento demografico della città (per cui si sta registrando uno spopolamento in caduta libera, come avevamo scritto qui), l'impegno civile, l'offerta turistica (in un territorio che nulla ha da invidiare ad altri, ma che non riesce a valorizzare adeguatamente le sue bellezze), e i servizi alla persona.


Tutto questo è opera della seconda edizione della ricerca sul Ben-vivere effettuata da “Avvenire” con la Scuola di economia civile e il contributo di Federcasse. Lo studio, coordinato dai professori Leonardo Becchetti, Luigino Bruni e Vittorio Pelligra quest’anno è diviso in tre parti. La prima riguarda il Ben-vivere l’una e la Generatività in atto. Entrambe sono costruite a partire da dati consolidati del 2019 e dunque precedenti alla pandemia.

 

Nella seconda parte della ricerca, invece, si esaminano le correlazioni tra inquinamento e morti per Covid nei diversi territori e nella terza parte una prima ricognizione delle conseguenze economiche del Covid sulle province e sui settori economici.

 

"Se tutta l’Italia fosse costituita da comuni-parco, cioè da località sul cui territorio insistono riserve o aree naturali protette, in Italia avremmo avuto 582 morti di Covid in meno al giorno", è quanto riporta l'Avvenire. "Il dato esprime in modo efficace la correlazione, anche di causalità, tra la salute e il degrado ambientale".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato