Contenuto sponsorizzato

Seggiolini anti-abbandono ora arrivano le multe. Il Crctu: ''Ecco come fare per ottenere il bonus''

Entrata in vigore dal 7 novembre dal 6 marzo sarà operativa e quindi tutti dovranno essersi messi in regola. Altrimenti ecco cosa si rischia

Pubblicato il - 04 marzo 2020 - 17:56

TRENTO. E' arrivato il momento e se non ci si farà trovare pronti all'appuntamento il rischio sono sanzioni da 83 a 333 euro e la decurtazione di 5 punti della patente. La legge è entrata in vigore dal 7 novembre 2019 ma dal 6 marzo scatteranno le sanzioni per chi trasporta in auto bambini al di sotto dei 4 anni e non usa un seggiolino con sistema anti-abbandono.

 

A ricordarlo è il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti che spiega come per essere in regola, bisogna avere con sé la dichiarazione di conformità del produttore, in forma di auto-dichiarazione. Con tale documento il produttore deve confermare che i requisiti tecnici e funzionali del prodotto rispettano le normative vigenti. I dispositivi possono essere integrati nel seggiolino oppure essere acquistati a parte.

 

''Prima di acquistare - spiega il Crtcu - consigliamo quindi di verificare la presenza della dichiarazione di conformità, in particolar modo per acquisti fatti via internet, al di fuori dell’Unione Europea. Come chiedere il bonus? Il Ministero dei Trasporti ha definito, con apposito decreto, chi può chiedere il contributo di 30 euro sotto forma di buono per l’acquisto dei seggiolini. Con qualche ritardo è ora possibile collegarsi a questo sito (QUI LINK) per ricevere il buono, e ciò vale anche per chi avesse già effettuato l’acquisto''.

 

''Per registrarsi è necessario avere un’identità digitale (SPID). Il contributo è unico per bambino (un seggiolino o un sistema integrativo per bambino), e pertanto solo un genitore potrà richiedere il buono. Il buono - conclude il Centro di Tutela dei consumatori - viene erogato sotto forma di voucher elettronico, che può essere poi speso soltanto nei negozi che previamente si sono registrati presso il Ministero. I buoni vengono erogati secondo il principio del “chi prima arriva”, e saranno erogati fino ad esaurimento dei fondi''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 15:55

L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: la centrale Covid gestisce le agende e fornisce ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone

26 ottobre - 16:14

L’allarme lanciato da alcuni medici del Santa Chiara: Una situazione di sovraccarico lavorativo cronica, che espone a rischio di sicurezza sia i pazienti che il personale medico”. Degasperi: “Le criticità segnalate erano già state evidenziate un anno fa ma con il passare del tempo si sono acuite, perché nessuno ha fatto nulla?

26 ottobre - 20:41

Secondo Fugatti ci sono ancora “migliaia e migliaia di persone che attendono la cassa integrazione”, ma per il segretario della Cgil è vero solo in parte e soprattutto anche la Provincia è in ritardo: “Dei circa 15 milioni promessi ai lavoratori solo una minima percentuale è stata erogata”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato