Contenuto sponsorizzato

Troppi pochi medici si vaccinano contro l'influenza e l'Ordine scende in campo per sensibilizzare i colleghi: ''Atto di responsabilità verso i pazienti''

La campagna di vaccinazione antinfluenzale è partita il 30 settembre scorso. I presidenti Ioppi e Bonora: "E quest'anno acquista particolare significato per la presenza dell'epidemia da Covid-19"

Pubblicato il - 06 ottobre 2020 - 15:55

TRENTO. "E' stato dimostrato che la scarsa propensione a vaccinarsi di medici e operatori sanitari rappresenta un anello debole, ampiamente documentato, nella catena di trasmissione delle malattie infettive", queste le parole di Marco Ioppi, presidente dell'Ordine dei medici, e Stefano Bonora, presidente della Commissione odontoiatri, che aggiungono: "Sosteniamo con convinzione la campagna antinfluenzale promossa dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari".

 

La campagna di vaccinazione antinfluenzale è partita il 30 settembre scorso. "E quest'anno acquista particolare significato - aggiungono Ioppi e Bonora - per la presenza dell'epidemia da Covid-19. Gli operatori sanitari sono a maggior rischio di contrarre il virus per il quotidiano contatto con i pazienti, con il rischio, se non vaccinati, di trasmettere per esempio l'influenza a loro volta ai propri familiari, ai colleghi e, soprattutto, ai pazienti: i più fragili, possono andare incontro a forme gravi, se non addirittura letali".

 

I medici, secondo i dati presentati alla Conferenza nazionale Medice cura te ipsumcomparabili alle statistiche disponibili a livello europeo,  tendono a snobbare la vaccinazione. Numeri che parlano chiaro: solo il 31,4% degli operatori sanitari dichiara di essersi sottoposto, nell’ultima stagione, alla vaccinazione antifluenzale. 

 

"Nella nostra Provincia la percentuale è migliore rispetto ai livelli nazionali, ma resta ancora inferiore alle attese". Così il direttivo dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri e il collegio dei revisori dei conti hanno deciso di dare per primi un esempio di responsabilità e coerenza. Una vaccinazione antinfluenzale in blocco, con i famigliari e il personale di segretaria, in agenda per oggi, martedì 6 ottobre, dalle 18 alle 20 alla sede di via Zambra.  

 

"L’intento - concludono Ioppi e Bonora - è quello di sensibilizzare tutti i medici a fare la propria parte, aderendo per primi alla campagna di vaccinazione testimonianza che questo è un atto importante, un atto di responsabilità a protezione dei cittadini che abbiamo in cura oltre che degli stessi operatori".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato