Contenuto sponsorizzato

Canapa light & Cbd: quale è la situazione in Europa e in Svizzera?

Il mercato in questione è in completa espansione, per cui è possibile acquistare una molteplicità di prodotti qualitativamente certificati e nel completo rispetto delle normative. Problema diverso è quello dell’assunzione che, diversamente dall’acquisto, resta un problema delicato in diverse realtà europee

Pubblicato il - 02 agosto 2021 - 12:20

TRENTO. Un argomento spesso al centro di dibattiti, ma sempre più accettato da parte di numerosi paesi dell’Unione europea riguarda la canapa light. Ma cos’è e come si ottiene? E, soprattutto, quali sono i prodotti a base di cannabis light da poter acquistare?

 

Il mercato in questione è in completa espansione, per cui è possibile acquistare una molteplicità di prodotti qualitativamente certificati e nel completo rispetto delle normative. Problema diverso è quello dell’assunzione che, diversamente dall’acquisto, resta un problema delicato in diverse realtà europee.

 

In ogni caso, parliamo di un mercato in potenziale espansione ricco di shop anche online, con un’offerta variegata di prodotti come le pre rolled joint al CBD, che sono tra i prodotti più innovativi sul mercato in questo momento.

 

Canapa light: di cosa si tratta? Cos’è? Per cannabis light, generalmente, s’intendono tutte le infiorescenze che presentano dei contenuti minimi di Thc (tetraidrocannabinolo). Grazie alla genetica modificata di tali piante, è possibile coltivare ed acquistare prodotti con una prevalenza di Cbd senza andare incontro a problematiche di tipo normativo.

 

A tal proposito, è giunto il momento di fare una distinzione necessaria: il Cbd è un principio attivo appartenente alla cannabis che non produce alcun effetto stupefacente sui consumatori; il Thc, al contrario, è il motivo per il quale la marijuana è illegale: provoca alterazioni dello stato e delle lucidità mentale su chi ne fa uso, con conseguenti effetti euforizzanti e che, spesso, provocano allucinazioni e stati d’ansia.

 

Per questa ragione, nel corso degli anni, i coltivatori si sono adoperati affinché riuscissero a creare delle genetiche con una prevalenza di Cbd: di solito, la canapa light deriva di ibridazioni con la genetica Ruderalis. Rispetto all’Indica e alla Sativa, quest’ultima presenza di natura delle percentuali di Thc molto basse, nonché una resistenza più elevata a climi e temperature più freddi.

 

Ciò significa che il mercato della canapa light ha trovato così tanta fortuna per i concreti effetti benefici e proprietà terapeutiche che rendono il CBD una delle sostanze più comunemente utilizzate per risolvere determinate problematiche psicofisiche.

 

Canapa light: com’è la situazione in Europa e Svizzera? Il mercato della canapa light è nel pieno della sua espansione. Infatti, si sta assistendo a delle modifiche relative al quadro normativo per la produzione e la conseguente vendita di prodotti ad alto contenuto di Cbd.

 

In realtà, c’è una differenza sostanziale tra la Svizzera e le altre nazioni dell’Ue, Italia compresa, in quanto il limite di Thc consentito è aumentato fino all’1%, mentre altrove deve essere inferiore allo 0,2% per evitare guai con la legge.

 

Naturalmente, una maggiore malleabilità non significa minori restrizioni. Infatti, sono previste sanzioni abbastanza severe per coloro che non rispettano tali regole. Così come è severamente vietata la vendita di tali prodotti ai minori di 18 anni.

 

Tutto ciò non è positivo solo per i coltivatori che, rispetto agli anni precedenti, hanno finalmente l’opportunità di sfruttare a pieno i frutti del proprio lavoro, ma anche per coloro che avvertono la necessità di acquistare prodotti a base di CBD per lasciare che agiscano positivamente sul proprio benessere psicofisico.

 

Perché acquistare prodotti a base di canapa light? La canapa light da poco divenuta una protagonista nel mercato svizzero ha, in realtà, differenti campi d’uso in quanto è disponibile sotto diverse forme. Prima di tutto, può essere assunta per i suoi effetti calmanti e ansiolitici: sia sotto forma di foglie che di gocce per oli, il Cbd si rivela un alleato vincente per contrastare panico, stress e disturbi dell’umore.

 

Non a caso, si fa sempre più rilevante la presenza che questi prodotti assumono per contrastare patologie psicologiche più gravi, come la depressione e i frequenti attacchi di panico.

 

Inoltre, l’uso di cannabidiolo è frequente anche per combattere l’insonnia, provocando sensazioni di relax e benessere tanto a livello psichico quanto fisico. Il Cbd è, infatti, altrettanto noto perché riesce a contrastare gli effetti che il Thc produce sul corpo: molto spesso indesiderati ed inaspettati.

 

La canapa light può persino essere introdotta nella propria dieta: vegetariani e vegani sono sempre più attratti dalle proprietà rilasciate da una sostanza naturale al 100% che non danneggia, in alcun modo, il proprio corpo. Da semplici infusi per tisane a condimenti veri e propri, il Cbd è ricco di sostanza nutrienti, proteine e grassi buoni da accompagnare ad uno stile di vita sano ed equilibrato.

 

Tali brevi indicazioni si rivelano importanti per comprendere meglio le ragioni che stanno spingendo paesi come la Svizzera a modificare il proprio quadro normativo in merito alla cannabis light: coltivata e commercializzata nel rispetto della legge, da molte e-commerce come quella di Justbob, ad esempio. Questi prodotti non causano infatti dipendenza e possono aiutare diverse persone a risolvere delle problematiche senza che ci sia bisogno di preoccuparsi delle conseguenze.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 settembre - 20:26
Trovati 17 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 49 guarigioni. Sono 22 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
25 settembre - 20:08
Manifestazione "No Green pass" per le vie del centro di Trento. Tra i soliti slogan, una variazione sul tema è la tappa sotto la redazione de [...]
Cronaca
25 settembre - 19:44
L'escursionista aveva raggiunto la cima della montagna, a circa 3.000 metri d'altitudine, insieme ad un amico: mentre rientravano lungo la cresta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato