Contenuto sponsorizzato

Dalle torte ai macaron: i dolci dell'alta pasticceria francese trovano spazio nella "Silvia Biasioli Pâtisserie". "Un sogno diventato realtà"

Ha aperto solo da due mesi ma la Silvia Biasioli Pâtisserie ha già conquistato il cuore di tantissimi amanti dei dolci. La proprietaria, da cui il nome del negozio, è una trentina di 33 anni che ha scelto di mettere da parte la laurea in ingegneria per seguire la sua passione. "In un attimo si è sparsa la voce e ho avuto la fila fuori dal negozio. A Natale ho sfornato 900 panettoni"

Di Lucia Brunello - 25 febbraio 2021 - 17:05

TRENTO. Una pasticceria fresca e moderna solo due mesi fa ha trovato spazio in Piazza Oveno a Sopramonte, e ha già riscosso tantissimo successo, trovandosi la fila fuori dal negozio. Stiamo parlando della “Silvia Biasioli Pâtisserie”, la neonata pasticceria piena di delizie che ha attirato l’attenzione di tutti gli amanti dei dolci.

 

La proprietaria è Silvia Biasioli, da cui il nome del negozio, una 33enne trentina e mamma di una bambina di due anni con una grande passione per la pasticceria che l’ha portata, dopo (e durante) la laurea in Ingegneria all'Università di Trento, ad inseguire il suo sogno di diventare una pasticcera.

 

“Mentre ero all’università è nato il mio amore per la pasticceria. Così, durante il secondo anno di studi, tra una sessione d’esame e l’altra, ho trascorso l’estate lavorando in un ristorante in Val di Fassa. Lì ho capito che creare dolci era ciò che desideravo fare”. Nonostante questo, Silvia ha comunque deciso di fare la coraggiosa scelta di portare avanti gli studi mentre nutriva la sua passione. 

 

"Una volta presa la laurea è stato il momento di fare sul serio. Sono andata a Brescia per fare un corso di formazione per pasticceri e a quello ha seguito uno stage a Padova nella famosa pasticceria D&G pâtisserie”.

 

Poi il rientro in Trentino – Alto Adige, dove prima c’è stata un’esperienza come cuoca capo partita al ristorante El Molin a Cavalese e poi quella come capo pasticcera nella pasticceria Acherer a Brunico. “E’ stata un’esperienza meravigliosa e davvero formativa. Con Andreas Acherer è nata una solidissima amicizia. Ci sentiamo praticamente tutti i giorni per scambiarci consigli”.

 

Finita l’esperienza altoatesina, Silvia è diventata mamma. Si è quindi dovuta fermare "fisicamente", ma di certo non mentalmente. E’ infatti durante il periodo della gravidanza e quello subito successivo che l’idea di aprire una sua pasticcera ha trovato le fondamenta.

“Purtroppo con il Covid non è stato semplice, ma finalmente dopo tante peripezie siamo riusciti ad aprire il 23 dicembre 2020”. Al momento Silvia ha un dipendente ed è aiutata dalla sua famiglia. “Ho la fortuna di avere alle spalle una famiglia che mi supporta tantissimo. Sono molto orgogliosi di me e questo per me significa tutto”.

 

I dolci che propone Silvia sono ispirati all’alta pasticceria francese. Il suo cavallo di battaglia sono delle mini tortine ripiene all'interno di diverse consistenze e gusti. “Quella che piace più in assoluto ai clienti è una con base di pastafrolla e crema chantilly, con all’interno una gelatina ed una mousse di lampone”. Ma anche tanto altro: dai macaron alle torte, passando per i cioccolatini.

 

La pasticceria è davvero partita alla grande, basti pensare che nel periodo natalizio (e quindi a pochissimi giorni dall’apertura) la Silvia Biasioli Pâtisserie ha dovuto sfornare ben 900 panettoni. “In un attimo si è sparsa la voce e ho avuto la fila fuori dal negozio. La soddisfazione è davvero tanta, soprattutto perché vedo che tantissimi clienti tornano da noi". 

 

E' infatti solo con un morso che si capisce la qualità dei dolci, realizzati con materie prime di alta qualità e con attenzione a non utilizzare preparati, coloranti o additivi chimici. “Mi piace avere un'etichetta ristretta e molto pulita e inoltre cerchiamo di seguire la stagionalità dei prodotti".

 

E per quanto riguarda il futuro? “Noi siamo veramente contenti e speriamo che continui così se non meglio. D’estate mi piacerebbe mettere dei tavolini nel giardino esterno anche per chi vuole prendersi un dolcetto e sedersi. Mi piacerebbe che la mia pasticceria diventasse un luogo dove si può trascorrere del tempo”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 aprile - 19:45
Trovati 104 positivi, comunicati 4 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 104 guarigioni. Sono 1.251 i casi attivi sul territorio [...]
Politica
22 aprile - 21:20
Il "vecchio" progetto ha già concluso buona parte dell'iter da parte degli uffici. Il nuovo piano è invece ancora tutto da scoprire. L'ex [...]
Politica
22 aprile - 19:38
Il Comitato scuola in Presenza prende posizione e commenta la decisione in consiglio provinciale della maggioranza che ha bocciato una [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato