Contenuto sponsorizzato

La miglior pasticcera 'via delivery' è Maria Novella Salani, del ristorante gourmet di Peter Brunel ad Arco

Un risultato che, ancora una volta, mette sugli scudi una giovane pasticcera che opera in Trentino, Maria Novella Salani, da tempo operativa nelle cucine di Peter Brunel: la giovane s’è imposta nella sfida per un ‘Dessert via Delivery’

Di Nereo Pederzolli - 18 luglio 2021 - 18:05

TRENTO. Colmare la distanza con dolcezza, per soddisfare bramosie e voglie (pasticcere) condivise. Nasce anche da questa esigenza una singolare sfida via web di Emergente Pastry allestita dallo staff di Witaly, portale gastronomico di Luigi Cremona e Lorenza Vitali. Con un risultato che – ancora una volta – mette sugli scudi una giovane pasticcera che opera in Trentino: Maria Novella Salani, da tempo operativa nelle cucine di Peter Brunel. Ebbene la giovane Salani s’è imposta nella sfida per un ‘Dessert via Delivery’. Una metodologia che si è diffusa sempre più in questi mesi pandemici e che – lo ribadiscono in molti – rimarrà anche a fine emergenza. Ma veniamo alla sfida.

 

Si sono cimentati 7 tra i più promettenti giovani professionisti dell’arte dolciaria, tutti impegnati nelle brigate culinarie di blasonatissimi ristoranti. Dovevano elaborare due specialità: una moderna (senza l’uso del calore) ed una da forno. Ecco i sette giovani pastry che si sono sfidati nel web contest:  Irene Tolomei di Villa Crespi a Orta San Giulio (NO),  Aniello Iervolino del Ristorante Indaco presso l’Albergo Regina Isabella a Lacco Ameno (NA), Maicol Vitellozzi del ristorante Del Cambio a Torino, Maria Novella Salani di Peter Brunel Ristorante Gourmet ad Arco (TN), Laura Polato di Tenuta Le Cave a Tregnano (VR), Diego Borgonovi di DanielCanzian Ristorante Milano e Andrea Cingottini di Acquolina Restaurant a Roma. 

 

I concorrenti sono stati abbinati ad altrettanti esperti che hanno ricevuto gli elaborati via delivery ed hanno espresso la loro valutazione. A due super esperti è stata affidata la valutazione finale: Emanuel Mugnier dell’Ecole Ducasse di Parigi e Rory Bruce owner di Babingtons Tea Room a Roma.

 

Sono state due le vincitrici di questo web contest: Maria Novella Salani di Peter Brunel Ristorante Gourmet ad Arco per il dolce al forno dal titolo “Gioco di consistenze - Frolla al burro di malga, cremoso alle nocciole e cioccolato al latte caramello salato e banana “, mentre Irene Tolomei di Villa Crespi ad Orta San Giulio per il dessert moderno dal titolo “ La bomba – Cremoso al frutto della passione, caramello alla nocciola, mousse al cioccolato al latte, crema inglese e glassa al cacao“.

 

Una sfida gioiosa oltre che golosa, che Maria Novella Salani ha affrontato con caparbia determinazione, ‘sfornando’ – è il caso di dire – una leccornia non solo bella alla vista, ma pure perfettamente bilanciata in ogni sua consistenza, senza debordare in sensazioni stucchevoli, ritmando forme e composizione anche nell’altra preparazione, una ganache con ciliegie, amarene e gelatina di sambuco, sistemate su una base di biscotto con cioccolato spruzzato.

 

Decisamente un tripudio il dolce che s’è imposto. Una crostatina al cioccolato che, ribadisce Salani: "Amavo mangiare da piccola a merenda: ora ho cercato di ricreare un gioco con delle consistenze molto simili tra la parte da forno e gli altri strati". Da scoprire…ad ogni morso.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 settembre - 06:01
I promotori del referendum per l'istituzione del Distretto biologico in Trentino in agenda per domenica 26 [...]
Cronaca
24 settembre - 08:09
I carabinieri questa mattina hanno dato esecuzione all' ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip [...]
Cronaca
24 settembre - 07:13
Il 56enne di Tesero, stava attrezzando, da solo, una via lungo una parete in località Salime nella valle del Rio Bianco, sopra [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato