Contenuto sponsorizzato

Una piattaforma creata da un gruppo di giovani trentini per trovare e offrire lavoro, ecco YoungJobber

Fatta da giovani per i giovani, YoungJobber è uno spazio di scambio e di occasioni per chi desidera guadagnare qualcosa attraverso lavori saltuari. Dalla scorsa settimana la piattaforma ha accolto le prime richieste sulla zona di Trento e sono state svolte le prime mansioni che hanno riguardato, per esempio, il giardinaggio, le pulizie di casa e l’attività di babysitting

Di Francesca Faccini - 07 June 2021 - 18:26

TRENTO. Potrebbe essere definito un effetto eureka oppure un’idea figlia di quella tendenza attuale che vede nelle startup un potenziale di impresa giovanile. Stiamo parlando di YoungJobber, una piattaforma che mette in contatto ragazzi giovani senza particolari capacità, certificazioni o titoli con privati che non hanno tempo o voglia di compiere qualsiasi tipo di mansione o aziende che non necessitano di assumere un dipendente fisso per svolgere certe tipologie di lavoro.

 

Questo progetto di interconnessione tra individualità e imprese nasce in un pomeriggio d’estate dall’immaginazione di un piccolo gruppo di ragazzi desiderosi di trovare un lavoretto estivo. Impegnati nel capire come fare per proporsi come baby sitter o trovare chi avesse bisogno di un aiuto per tagliare il prato, i giovani hanno immaginato di creare un luogo virtuale dove mettere a disposizione il proprio tempo e la propria volontà e, allo stesso tempo, dove trovare “forza lavoro” per mansioni occasionali.

 

Per capire se l’idea potesse essere apprezzata anche all’esterno, i ragazzi, menti del progetto, hanno elaborato un semplice questionario che ha permesso di raccogliere in meno di una settimana 800 contatti di persone interessate sia tra i giovani sia tra gli adulti. La risposta più che positiva ha dato la giusta energia per mettere in pratica quella che il “pubblico” ha definito qualcosa di più di una bella trovata.

Fatta da giovani per i giovani, YoungJobber sembra essere uno spazio di scambio e di occasioni per chi desidera guadagnare qualcosa attraverso lavori saltuari. La piattaforma, presentata come immediata e di facile utilizzo, non trattiene alcuna percentuale sul compenso dato al ragazzo o alla ragazza che stipulano un vero e proprio contratto con il temporaneo datore di lavoro. A tal riguardo, sul sito web (youngjobber.com) c’è un’intera area gestita da un commercialista e dedicata alle tipologie di contratto da utilizzare per la retribuzione dei jobber.

 

Dalla scorsa settimana la piattaforma ha accolto le prime richieste sulla zona di Trento e sono state svolte le prime mansioni che hanno riguardato, per esempio, il giardinaggio, le pulizie di casa e l’attività di babysitting. Senza aver speso ancora un euro in pubblicità ma con in programma una piccola campagna finanziata dal Comune di Trento, nei prossimi 6 mesi YoungJobber punta a consolidarsi come migliore piattaforma di Gig-economy del Trentino per poi espandersi nelle regioni vicine e successivamente a tutto il territorio italiano.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione dell'8 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
08 agosto - 20:07
Presente al Palazzo della Provincia la ministra per le disabilità in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti" che [...]
Cronaca
08 agosto - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Politica
08 agosto - 18:50
Ugo Rossi si è dimesso da Azione: “Adesso trascorreranno la campagna elettorale ad accusarsi l’un altro su chi per primo abbia violato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato