Contenuto sponsorizzato

Da "Il Dolomiti" a "Trento Consumo Consapevole": arriva Robin, il gioco da tavolo che coinvolge le realtà trentine. Le ideatrici: "Giocare alla scoperta della nostra città"

Sono 53 le realtà locali che hanno scelto di diventare protagoniste di Robin, il gioco da tavolo per divertirsi in famiglia o con amici, insieme a cooperative, associazioni e società trentine. Il gioco è stato realizzato a mano da materiali riciclati, recuperati dagli scarti della tempesta Vaia

Di Mattia Apolloni e Nicola Debiasi - 23 marzo 2022 - 19:33

TRENTO. Dall'associazione "Trento Consumo Consapevole" ai mezzi di informazione "Vita Trentina" e "Il Dolomiti": queste sono solo alcune delle 53 realtà locali che hanno scelto di diventare protagoniste di Robin, il gioco da tavolo per divertirsi in famiglia o con amici, insieme a cooperative e associazioni trentine. Robin è stato realizzato a mano da materiali riciclati, recuperati dagli scarti della tempesta Vaia

 

L'idea del gioco è nata nel 2019, nel periodo pre-pandemico, quando Roberta Folgheraiter, proprietaria del negozio di giochi "Don Chisciotte" e Mary Agostini, assistente sociale, ispirate dalla "bontà della comunità", hanno sentito l'esigenza di esprimere gli aspetti che volevano far conoscere sulla città di Trento in un contesto ludico. Come scrive Vinicius de Moraes, poeta argentino citato nell'introduzione alle regole del gioco, "La vita è l'arte dell'incontro", tema che le due ideatrici hanno scelto per la creazione di Robin.

Robin nasce infatti come un "pretesto per favorire l'incontro con l'altro e ritagliarsi del tempo insieme alla scoperta della nostra città" secondo l'autrice Agostini. Per vincere infatti ogni giocatore dovrà interagire con le diverse associazioni, e non solo, completare così l'orologio, metafora per il tempo prezioso che ogni volontario dona agli altri. La realizzazione e la distribuzione hanno compreso il lavoro di molte persone, inclusi gli studenti dell'istituto "Artigianelli" che hanno realizzato il design delle carte, ed Ernesto Anderle soprannominato "Roby il Pettirosso" che ha realizzato i disegni per il gioco.

 

Le associazioni che hanno aderito al gioco sono rappresentate da carte-azione e hanno scelto 3 parole chiave, la loro "mission" e il proprio sito. Un esempio di carta-azione è quello de "Il Dolomiti", che ha scelto come parole chiave "attenzione, velocità e curiosità" mentre come mission ha proposto "informare". La "Banca del tempo etico" ha scelto fra le sue cinque azioni la "raccolta di frutti spontanei", dove i giocatori devono elencare tutti i frutti che potrebbero incontrare in un bosco trentino, "il seme" chiede di condividere una curiosità, una notizia o un argomento sul quale si è preparati e "Trentino Arcobaleno" propone di elencare delle azioni per risparmiare energia.

Per superare la sfida stabilita da ogni carta il giocatore dovrà eseguire le azioni, che consistono in movimenti, riflessioni, sfide e attività di gruppo, e ognuna di queste "è un raccontarsi delle società".

 

Le carte sono inoltre divise in sei categorie (sociale, ambiente, cultura, prodotti sociali, sport e salute).

 

Con un significato simbolico, buone intenzioni e un occhio di riguardo per l'ambiente, Robin è una novità che ci permette di esplorare e aprire gli occhi su una Trento mai vista.

 

Una buona occasione per "mettersi in gioco" insieme agli altri. All'interno della confezione sono presenti una tavola da gioco, pedine personalizzate, un block notes, un dado, sei matite e le carte-azione. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 giugno - 10:53
I vigili del fuoco si sono serviti delle pinze idrauliche per estrarre uno dei conducenti intrappolato fra le lamiere del proprio mezzo, purtroppo [...]
Cronaca
28 giugno - 08:58
Il blitz della guardia di finanza è avvenuto all’alba: 28 arresti per associazione a delinquere finalizzata al contrabbando. Secondo le fiamme [...]
Società
27 giugno - 12:51
Novità in arrivo grazie a due nuovi decreti legislativi che aumentano il periodo di congedo parentale, per promuovere parità di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato