Contenuto sponsorizzato

La pianta dell'anno è la petunia "Vista Bubblegum": "Un'aria pop e luminosa". Al Muse la prima edizione dell'iniziativa di Fiori del Trentino

Madrina la campionessa trentina Francesca Dallapè, ospite l’ibridatore giapponese Ushio Sakazaki “inventore” della petunia ricadente. La pianta dell'anno del 2024 è la "Vista Bubblegum"

Pubblicato il - 18 aprile 2024 - 18:44

TRENTO. E' stata inaugurata al Muse la prima edizione dell'iniziativa "pianta dell'anno - fiori del Trentino". E' "Vista Bubblegum", una petunia dal colore rosa brillante, coltivata dalle aziende florovivaistiche associate "Fiori del Trentino": ecco la pianta dell'anno 2024. Un appuntamento tenuto a battesimo da Francesca Dallapè.

 

"Abbiamo scelto la 'Vista Bubblegum' come prima pianta dell’anno 'Fiori del Trentino' proprio per la sua aria pop e luminosa", commenta Mario Calliari, presidente Fiori del Trentino. "E' instancabile nella fioritura e ultra resistente al caldo e alle intemperie. L’aspetto che ci sta più a cuore di questa iniziativa è la collaborazione riscontrata con l’Associazione florovivaisti altoatesini".

 

Presente anche Robert Psenner della floricoltura Psenner di Bolzano. "La 'Vista Bubblegum' inizia a fiorire in primavera e continua fino all'autunno inoltrato. Le piante richiedono poca acqua e sono poco esigenti in fatto di terreno. Una potatura regolare favorisce la formazione di nuovi fiori, ma anche senza questo sforzo le piante sono una vera festa per gli occhi".

 

Ospiti d’onore il celebre ibridatore giapponese Ushio Sakazaki,  “inventore” delle petunie ricadenti, anche della pianta dell’anno, e Ben Winslow della ditta di ibridazione Wingen. A partecipare all'appuntamento anche Diego Coller, presidente di Confagricoltura del Trentino in quanto l’associazione fiori del Trentino aderisce all'associazione di categoria.

 

"Desidero ringraziarvi per aver promosso 'La pianta dell’anno 2024', che nei fatti consolida l’alleanza fra Trentino e Alto Adige", spiega attraverso una lettera l'assessora Giulia Zanotelli. "A ricevere il riconoscimento è la 'Vista Bubblegum'. Nel congratularmi con gli operatori del settore florovivaistico Trentino, voglio esprimere il sostegno e la vicinanza fattiva della Provincia di Trento. Grazie dunque a voi tutti per la vostra attenzione e il vostro lavoro, che rende la terra che amiamo ancora più curata, bella e attrattiva".

 

La campionessa Francesca Dallapè si è dichiarata felice di fare da madrina alla pianta dell’anno 2024 Fiori del Trentino perché è "una pianta forte e vigorosa, ma anche resistente, adatta a tutte le condizioni atmosferiche; energica e combattiva, proprio come me".

 

A conclusione per simboleggiare questa iniziativa si è chiesto a Dallapè di piantare la vista bubblegum, come simbolo di buon auspicio. Per festeggiare l’iniziativa si è brindato con il Rosè Trentodoc di Maso Martis (tra le importanti cantine associate a Confagricoltura) scelto sia per il colore che richiamava la pianta ma soprattutto perché è stato premiato come miglior rosè del mondo.

 

La pianta dell’anno Fiori del Trentino si può trovare nelle seguenti aziende florovivaistiche:
ALA
- Vivai Tomasi Roberto
ALDENO

- Floricoltura Maistri Roberto
ARCO

- Vivai Angelini di Andrea Mattei
BASELGA DI PINÉ
- Floricoltura Ioriatti Simone
CLES

- Convento di S. Antonio dei Padri Francescani
MEZZOLOMBARDO
- Roncador Valentino
MORI
- Floricoltura Martinelli
NAVE SAN ROCCO
- Floricoltura Piazzera
PERGINE VALSUGANA
-  Azienda Agricola FioridelleDolomiti di Zanotti Tania
RIVA DEL GARDA
- Cretti Egidio
SARCONICO
- Ortofloricoltura Ianes di Ianes Bruno & C.
TIONE
- Ortofloricoltura Parolari Matteo
TRENTO

- Floricoltura Buccella

- Floricoltura Nadalini

- Tuttoverde

- Vivai Brugna

- Tonelli Fiori

- Centrofiore 2
VOLANO
- Calliari Fiori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
18 maggio - 06:01
L'arco dolomitico soffre sempre di più di overtourism. La direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, Mara Nemela: "Il problema talvolta è la [...]
Cronaca
17 maggio - 20:36
Dalle parole e gli insulti la situazione è degenerata rapidamente quando la ragazza del più giovane avrebbe estratto il telefono per filmare [...]
Montagna
17 maggio - 17:04
L'obiettivo è ambizioso: conquistare e assegnare un nome a due vette inesplorate (superiori a 5.000 metri di altezza) della Cordillera Real in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato