Contenuto sponsorizzato

"Situazione sempre più critica nelle Rsa: si rischia il collasso", Cisl e Uil: "Necessario un tavolo permanente per affrontare con coraggio gli effetti della crisi demografica"

Il report, sulla base dei dati Istat e del Ministero della salute, evidenzia che il futuro della popolazione sarà caratterizzato da meno residenti, più anziani e famiglie più piccole. I sindacati Cisl e Uil: "Il rischio è di farsi trovare impreparati nell'affrontare le ripercussioni della prossima ondata di pensionamenti nelle Apsp e nei comparti pubblici"

Pubblicato il - 20 febbraio 2024 - 20:42

TRENTO. "E' urgente affrontare gli effetti della crisi demografica". Queste le parole di Giuseppe Pallanch (segretario generale della Cisl Fp) con Cindy Gallizzi (responsabile per le Apsp di Cisl Fp) e Andrea Bassetti (segretario provinciale della Uil Fpl Enti locali) con Elena Aichner (responsabile Apsp Uil Fpl Enti locali). "Il rischio è di farsi trovare impreparati nell'affrontare le ripercussioni della prossima ondata di pensionamenti nelle Apsp e nei comparti pubblici. Una carenza, strutturale, del personale, specialmente dei professionisti delle cura, infermieri e Oss, che potrebbe aggravarsi per l'assenza di politiche per rendere attrattivo il lavoro in Rsa e per incentivare l'arrivo di nuovo personale".

 

Il report, sulla base dei dati Istat e del Ministero della salute, evidenzia che il futuro della popolazione sarà caratterizzato da meno residenti, più anziani e famiglie più piccole. Attualmente la fetta di popolazione che si avvicina nei prossimi anni alla pensione (prendendo in considerazione la fascia tra i 50 e i 64 anni) è il 23,5% del totale, mentre la coorte che dovrebbe avvicinarsi al mondo del lavoro, e quindi sostituire chi invece quel mondo lo lascerà (dai 15 ai 29 anni), si ferma al 14,9%.

 

"Il sistema italiano, e naturalmente quello trentino, già ora in difficoltà per la cronica assenza di lavoratori, è destinato a collassare per la crisi demografica che ha investito il Paese con una forte differenza sostanziale tra il numero di cittadini che nel breve periodo andranno in pensione e quello di giovani in grado di prendere il loro posto".

 

Per i sindacati è sempre più urgente affrontare la crisi demografica. Il mondo del lavoro è chiamato a tener conto dell'invecchiamento della popolazione. "Una dinamica che cambia il mondo del lavoro e bisogna farsi trovare pronti ai pensionamenti ormai prossimi ma anche contestualmente a prevedere un accompagnamento dei nuovi ingressi per non perdere esperienza e know-how con ricadute, per grande senso di responsabilità e impegno delle lavoratrici e dei lavoratori, sui servizi di qualità che caratterizzano il territorio”. 

 

Attualmente l'1,4% dei trentini è composto da ultra 90enni, l'11,18% da over 75 e il 22,44% da over 65. "L'aspettativa di vita è più lunga, questo significa bisogni sempre più complessi e un impegno sempre più gravoso per il personale del sistema sanitario e dell'assistenza: sostanzialmente un ripensamento del settore del welfare e dei servizi".

 

Le parti sociali chiedono alla politica di istituire un tavolo permanente sulle Rsa per riflettere sulla situazione del Trentino a 360 gradi. Una dinamica nazionale "ma il Trentino, con la sua Autonomia e capacità di gestione, non può semplice osservare. E' il tempo di trovare una nuova strada, investire sul futuro e avere il coraggio di sviluppare soluzioni all'avanguardia per restare un punto di riferimento in Italia", concludono Pallanch e Bassetti, Gallizzi e Aichner

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 aprile - 19:25
Nel 2020 era stato annunciato come candidato sindaco, poi le elezioni saltarono e, alla successiva tornata elettorale, non venne riproposto. "Era [...]
Cronaca
24 aprile - 19:01
L'allarme è stato lanciato attorno alle 17.30, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e anche il soccorso alpino della stazione di [...]
altra montagna
24 aprile - 19:00
Il quotidiano diretto da Claudio Cerasa ha selezionato il podcast di Andrea Bettega per L'AltraMontagna, Alpigrafismi, tra i cinque “da non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato