Contenuto sponsorizzato

Al Muse la visita del console onorario del sultanato dell’Oman

Il console si trova in Trentino in occasione dell’invito di Confcommercio Trentino per una tre giorni di incontri volti a instaurare rapporti turistico-commerciali fra Trentino e Oman

Pubblicato il - 29 luglio 2017 - 18:12

TRENTO. Anche il console onorario del sultanato dell’Oman, Giuseppe De Pascali, ha fatto visita questo pomeriggio al Muse. Presente in Trentino in occasione dell’invito di Confcommercio Trentino per una tre giorni di incontri volti a instaurare rapporti turistico-commerciali fra Trentino e Oman, il console ha voluto terminare il proprio viaggio visitando il museo realizzato da Renzo Piano.
 

Da parte sua particolare attenzione è stata data alla biodiversità alpina e per l’inattesa presenza di una serra tropicale montana.

Scortato da Sergio Rocca di Confcommercio Trentino e dal team MUSE, Giuseppe De Pascali, è rimasto colpito dall’estrema gentilezza e preparazione dei pilot, personale che si occupa di divulgare i contenuti del museo, presente su ogni piano della struttura.
 

L’ultimo saluto prima di ripartire alla volta dell’Oman è a Rovereto con il vicepresidente di Confcommercio Trentino, Marco Fontanari. Questo viaggio sigla la prima tappa di un rapporto costruttivo appena instaurato fra le due realtà che continueranno a dialogare anche nei prossimi mesi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 11:49

Ieri altri due istituti superiori con positivi e anche un bimbo di un asilo. I contagi nelle ultime 24 ore sono 25 e quasi 1600 le persone che in Alto Adige si trovano in isolamento domiciliare 

28 settembre - 15:55

Da questa mattina migliaia di utenti non possono né telefonare né connettersi a internet, PosteMobile: “Ci scusiamo, stiamo lavorando per ripristinare il servizio nel più breve tempo possibile”

28 settembre - 11:58

Le associazioni animaliste hanno organizzato un presidio al Casteller: “L’uccisione di Kj2 è frutto di una mancanza di educazione alla convivenza e al rispetto degli animali e la Provincia di Trento non riesce a dimostrare alcuna capacità e competenza nella gestione dei grandi carnivori”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato