Contenuto sponsorizzato

Il Trento doveva iscriversi all'Eccellenza, il "Mezzo" non aveva diritto. Pellizzari: "Prendiamo atto, tutto in mano ai legali"

Nel 2015 il Mezzocorona si era iscritto dopo il doppio via libera di Figc e Coni. E se da un lato il Trento è pronto a chiedere mezzo milione di euro quale risarcimento danni, la Federazione prepara le prossime mosse: ricorso? Pellizzari: "Non voglio anticipare nulla"

Di Luca Andreazza - 06 ottobre 2017 - 19:29

TRENTO. "Prendiamo atto e per il momento non commentiamo, anche se chiaramente non possiamo condividere questa decisione", queste le parole di Ettore Pellizzaripresidente della Federcalcio trentina, all'indomani della sentenza del Tar del Lazio che sconfessa in un colpo solo le delibere di Figc, Coni e Lega nazionale in merito all'ammissione dell'Ac Mezzocorona al campionato di Eccellenza nella stagione 2015/16.

 

La sentenza è chiara e precisa: il Trento aveva diritto a partecipare al campionato di Eccellenza della stagione 2015/16, il Mezzocorona invece non aveva le caratteristiche e i requisiti previsti dalla normativa federale per ottenere l'ammissione alla categoria (Qui articolo).

 

Il Tar riconosce inoltre che la ragione di spostamento da Mezzocorona ad Avio non è una circostanza eccezionale, ma prevedibile perché la risoluzione della convenzione comunale era dettata dalla morosità dell'Ac Mezzocorona, e il 'nuovo' terreno di gioco non era adiacente alla sede della squadra, ma distava circa 65 chilometri.

 

Aspetto, quello del campo, propedeutico per presentare l'iscrizione al campionato, quindi l'assenza del requisito avrebbe di fatto escluso la società rotaliana dall'Eccellenza, innescando il ripescaggio del Calciochiese (prima in graduatoria delle escluse) e solo successivamente del Trento per effetto del salto in serie D del Dro.

 

Nel 2015 il Mezzocorona si era iscritto dopo il doppio via libera di Figc e Coni. E se da un lato il Trento è pronto a chiedere, si ipotizza, mezzo milione di euro quale risarcimento danni, la Federazione prepara le prossime mosse: ricorso? "Non voglio anticipare nulla - conclude Pellizzari - in quanto ora la materia è in mano ai consulenti per la competenza giuridica. Una volta ricevuta la valutazione, si muoverà di conseguenza la parte politica. E'ancora presto per prendere decisioni".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 12:02

In provincia di Bolzano non si fermano i contagi, l’appello di Kompatscher: “La curva dei contagi da Covid-19 è cresciuta in maniera più rapida rispetto a quanto previsto dagli esperti. Rinunciamo tutti quanti a quelle situazioni di rischio in cui si possano riunire troppe persone, si tratta di un sacrificio necessario per tornare il prima possibile ad una vita più serena e tranquilla”

31 ottobre - 10:43

L'uomo, un 65enne, stava lavorando con la motosega in cima ad una pianta alta oltre 10 metri quando si è sbilanciato ed ha ruotato di 180 gradi

31 ottobre - 09:47

Si è spento nella casa di cura di Mezzocorona il 94enne di San Michele all'Adige Rodolfo Bragagna, protagonista della guerra partigiana contro l'occupante tedesco nella Piana Rotaliana e in val di Cembra. Impegnato in azioni di sabotaggio contro il nemico, fu soprannominato "il solitario"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato