Contenuto sponsorizzato

Migliorare il rapporto con il cibo e promuovere l'accettazione di sé. Al via il corso A.M.A.

L'obiettivo è quello di offrire un aiuto per migliorare la propria salute e diminuire il peso corporeo, attraverso lo stimolo a cambiare stile di vita, a svolgere un’attività fisica costante e a seguire un’alimentazione equilibrata

Pubblicato il - 17 gennaio 2017 - 11:40

PERGINE. Un percorso di gruppo per migliorare il proprio rapporto con il cibo e promuovere l'accettazione di sé. A lanciare l'iniziativa è l’associazione A.M.A. che propone gruppi di auto mutuo aiuto nell’ambito del sovrappeso, sperimentando quanto il confronto costante e il sostegno tra le persone sia spesso la “ricetta” vincente.

 

A partire da mercoledì 18 gennaio, a Pergine, si terranno alcuni incontri sul tema dell’alimentazione e del rapporto con il proprio corpo, al termine dei quali le persone interessate potranno intraprendere l’esperienza del gruppo di auto mutuo aiuto.

“Nel gruppo – spiega l'associazione - si parla delle problematiche legate al rapporto con il cibo e con il proprio corpo, rapporto che è diverso dal semplice conteggio di quante calorie si introducono e di quante calorie si consumano, ma è legato a emozioni e vissuti profondi. Così nel percorso che le persone scelgono di fare insieme si inizia parlando di ricette, modi di usare il cibo, attività fisica, e poi, spontaneamente, si parla delle emozioni che al cibo si ricollegano, del perché si mangia in eccesso, delle situazioni che ci portano a un comportamento alimentare non corretto, si parla di autostima e di accettazione del proprio corpo”.

 

L'obiettivo è quello di offrire un aiuto per migliorare la propria salute e diminuire il peso corporeo, attraverso lo stimolo a cambiare stile di vita, a svolgere un’attività fisica costante e a seguire un’alimentazione equilibrata che permetta di mantenere il calo di peso nel corso del tempo. Il tutto prendendo conoscenza dell'importanza della protezione della propria salute, sul valore della propria autostima e l’accettazione del proprio corpo. Gli incontri si terranno nella Sala Pubblica del Centro Servizi in Viale dell’Industria n. 4 a Pergine alle ore 20.30. Al termine di questi incontri verrà avviato il gruppo di auto mutuo aiuto, che si incontrerà ogni mercoledì alle ore 20.30 presso Palazzo Montel.

Questo il calendario degli appuntamenti.

 

Mercoledì 18 gennaio: La gestione del peso: un processo di cambiamento (Micol Taddei, psicologa)

Mercoledì 25 gennaio: Una corretta alimentazione: promuoviamo salute (Anna Bezzeccheri, nutrizionista)

Mercoledì 1 febbraio: Auto mutuo aiuto per dimagrire insieme: strumenti e modalità (Stefano Bertoldi, educatore) con la testimonianza di partecipanti al gruppo di Trento

Mercoledì 8 febbraio: Soggettività e autostima nel dimagrire insieme (Zilma Lucia Velame, psicologa)

 

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare l'associazoine Ama al numero 0461 239640 o tramite mail ama.trento@tin.it

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato