Contenuto sponsorizzato

Niente aria condizionata sui treni Verona-Trento, interrogazione in Provincia

Il consigliere Civettini ha chiesto alla Giunta se sia a conoscenza del fatto che almeno sul Regionale Veloce di domenica 9 luglio delle 17.50 e su quello di mercoledì delle 15.50 i passeggeri hanno viaggiato in un clima torrido e di prendere una posizione con Trenitalia

Pubblicato il - 10 July 2017 - 18:15

TRENTO. Treni senza aria condizionata nonostante il caldo torrido a rendere il viaggio dei passeggeri un'esperienza assolutamente da dimenticare. E' questo l'oggetto di un'interrogazione depositata quest'oggi dal consigliere provinciale di Civica Trentina Claudio Civettini tesa a chiedere alla giunta di agire nei confronti di Trenitalia.

 

"Nei giorni scorsi - scrive Civettini - centinaia di cittadini si sono trovati a fronteggiare nei treni che da Verona li accompagnavano verso Trento un grande disagio dovuto all'incredibile assenza di aria condizionata. Due, almeno, i casi al riguardo: quello del treno che ieri, domenica 9 luglio 2017, dalle 17:50 è partito da Verona per giungere a Trento alle 18:52 (Regionale Veloce 2264) e quello che mercoledì scorso, 5 luglio 2017, è partito sempre da Verona alle 15:50 per giungere a Trento alle 16:52 (Regionale Veloce 2262)".

 

Due treni per due giorni caldissimi, caratterizzati da afa e umidità che in un treno senza aria condizionata si trasformano in un vero problema. "Non solo determinando pesanti disagi - prosegue Civettini - ma pure mettendo a rischio, con temperature tropicali all'interno delle carrozze, la salute di coloro che erano a bordo con l'intenzione di raggiungere Trento. Una cosa, com'è a chiunque evidente, del tutto inaccettabile. Risulta infatti del tutto inutile e anzi paradossale, sul piano politico, attivare energie e programmi per una valorizzazione turistica, in Trentino, di massimo livello, se poi i treni che conducono nella città capoluogo versano in condizioni da Terzo mondo, non solo per sovraffollamento (altro aspetto su cui molto vi sarebbe da dire), ma pure per la totale mancanza di aria condizionata nei giorni più caldi dell’anno".

 

Di qui la presentazione, in data odierna, di un'interrogazione affinché la Giunta provinciale si attivi immediatamente, interfacciandosi con Trenitalia, da un lato per chiedere ragione dei disagi e, dall'altro, per sollecitare interventi finalizzati a far sì che quanto detto non abbia assolutamente a ripetersi

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 March - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 March - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 March - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato