Contenuto sponsorizzato

L'Aquila non stecca con Bologna e centra una grande vittoria

Dopo il primo parziale sembrava già fatta ma la Virtus ha venduto cara la pelle e nel finale ha rischiato di riagganciare la truppa di Buscaglia guidata da un grande Marble

Pubblicato il - 30 dicembre 2018 - 19:21

TRENTO. In un palazzetto strapieno l'Aquila saluta il 2018 con un altro successo, il quarto consecutivo, una vittoria che rilancia le speranze del team di Buscaglia, fino a poche settimane fa sull'orlo del baratro e ora nel gruppo delle migliori otto. Dall'altra parte l'avversaria diretta Bologna che, prima è sembrata arrendersi ancor prima di cominciare a giocare (il 12 a 0 dei primi 5 minuti ha subito costretto gli ospiti ad una disperata rincorsa con primo canestro negli ultimi 5 minuti con tiro da tre di Cournooh) ma poi ha dato prova di esserci e di poter strappare il successo.

 

Ma il primo parziale è stato risolto dai padroni di casa davvero in scioltezza e si è concluso su un 20 a 9 (con doppia cifra raggiunta da Marble già dopo i primi dieci minuti). Nel secondo parziale sono saliti in cattedra Pascolo, Flaccadori e Forray mentre tolto Punter, in casa Bologna nessuno ha suonato la sveglia e così, tempo tre minuti l'Aquila vola sopra quota 30 e Bologna resta ferma a 12 punti. Ci prova l'ex Baldi Rossi a fare qualcosa per gli ospiti ma non basta il quindicesimo punto per la Virtus. Dall'altra c'è Gomes che allunga sul 35 e il gap adesso è di ben 20 punti. Negli ultimi minuti soprattutto Punter riesce a trovare delle buone soluzioni e manda i suoi all'intervallo lungo sul 41 a 26.

 

Nel terzo parziale Trento rallenta mentre Cournooh e Punter segnano in serie e riescono a riportare sotto Bologna sul 48 a 40 anche se i padroni di casa dimostrano di essere in grado di accelerare senza problemi con gli ottimi Marble e Gomes. Ma il finale è tutto per gli ospiti che mettono le ali e si riportano a 3 punti per un parziale davvero difficile per l'Aquila (11 a 23).

 

Nell'ultimo parziale Trento riparte con il piede giusto. Jovanovic ha la mano calda e in pochi minuti la truppa di Buscaglia recupera distanza arrivando sul 60 a 52. Ma Bologna ora c'è e il match è molto acceso. M'baye segna a ripetizione e riporta i suoi sul meno 4. Punter è indemoniato ma dall'altra parte c'è Marble che non si fa pregare e Trento a tre dal termine riesce a restare avanti di 4 e alla fine si chiude così, 71 a 65 con l'Aquila che aggancia Bologna tra le prime otto.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

Il governatore del Trentino intende incontrare il ministro pentastellato, che aveva impugnato il ddl lupo della precedente giunta provinciale, per avviare un confronto e risolvere le criticità. Dorfmann: "Dicotomia tra le aree di montagna e le zone rurali da un lato contro le popolazioni metropolitane dal maggior peso elettorale e che non comprendono le nostre difficoltà dall'altro"

18 gennaio - 11:57

Entrambe sono state trasportate all'ospedale Santa Chiara fortunatamente con ferite lievi. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco 

18 gennaio - 11:07

A prendere fuoco una lampada o una presa sul balcone, poi gli scuri e il tetto della mansarda. Il comandante Acler: ''Per spegnere l'incendio al lavoro circa 60 uomini. Alle 23 sopralluogo con la termocamera''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato