Contenuto sponsorizzato

Trento sconfitta di nuovo per un soffio dalla Virtus Bologna. PAGELLE.

Sconfitta in campo, ma vittoria morale per la Dolomiti Energia. I ragazzi di coach Brienza riescono a recuperare dopo un primo quarto dominato dai bolognesi e riescono quasi a portarsela a casa. Grande prestazione per il capitano Forray (24 punti)

Di Mattia Sartori - 21 gennaio 2020 - 22:13

TRENTO. Non esita la Virtus Bologna: dopo appena un minuto di gioco è già in vantaggio e controlla il ritmo della partita a suo piacimento. Fa fatica invece Trento, che dopo tre minuti trova finalmente il tiro di Mian realizzato dall’arco. Segue poco dopo il capitano che infila un’altra tripla per il 6-14. Non si spaventano i virtussini, che conquistano agevolmente altri cinque punti per il +13. Craft ruba magistralmente un pallone e accorcia lo svantaggio, subito riportato a +16 da Hunter e Baldi Rossi. Blackmon trova la tripla per Trento e chiude così il primo quarto per 13-26.

 

Sembra preannunciarsi molto più equilibrato il secondo periodo, che vede la Dolomiti Energia iniziare a reagire ai colpi della Segafredo. Si riesce a scendere sotto i dieci punti di svantaggio con il gioco da tre punti di Blackmon. Forray riesce addirittura a portare i bianconeri a -6 dopo un salvataggio spettacolare di Pascolo. Coach Brienza decide di tirare Lechthaler fuori dalla naftalina, anche se il gigante gentile rimedia subito due falli, di cui uno antisportivo. A un minuto dalla fine l’Aquila si trova a -5, ma un fallo di Mian manda Markovic in lunetta per il +8 bolognese. Fallo anche di Forray, che significa altri due tiri liberi (1/2) per la Virtus e il +9 alla fine della prima metà di gioco (30-39).

 

Mian si alza e spara la tripla per aprire il terzo periodo in bellezza. Gli risponde Teodosic da due, ma dall’altra parte c’è Kelly che rimedia subito. Forray ci mette del suo e segna dalla distanza il canestro del -4, dando forza a Trento, che inizia a imporre il proprio ritmo sugli ospiti. Reagiscono Hunter e Teodosic, riallungando a +8, ma Blackmon vanifica il loro sforzo con una tripla. Hunter riesce a rimediare altri due liberi e un canestro ritrovando il +9, ma c’è Mezzanotte che scalda la mano e mette la tripla del -6.  Si chiude così il quarto sul 48-54.

 

Sono sempre più carichi i ragazzi di coach Brienza, che si stringono in difesa e rubano qualsiasi cosa su cui riescano a mettere le mani. Kelly riesce a far breccia nella difesa avversaria e schiaccia il -4, costringendo coach Djordjevic a chiamare timeout. Il numero 0 replica per il -2, la Virtus si sente stretta d’assedio e commette l’errore di lasciare il capitano libero di penetrare per la parità. È sempre Forray a segnare i liberi del vantaggio, che ci portano sul 57-54. Non bisogna però dimenticarsi di Teodosic, che in pochi secondi replica con la tripla del nuovo pareggio. Craft subisce fallo antisportivo e dalla lunetta segna il +1, subito seguito dal numero 10, che straccia la retina per l’ennesima volta. Restano attaccati i bolognesi, rispondendo colpo su colpo ai trentini, finché Teodosic non raggiunge di nuovo la parità e poi trova Gamble per il vantaggio di Bologna. Trento cerca di riprendere il comando, ma non riesce a dare il colpo finale e la Virtus se la porta a casa per un soffio come la scorsa volta (67-73).

 

KELLY 6,5 – Buona prova sotto canestro, in particolare a rimbalzo. Non tanto incisivo nel primo quarto, ma da lì in poi è un crescendo fino alla fine.

 

BLACKMON 5 – Trova due triple importanti, ma con troppi tentativi. Anche i 4 palloni persi pesano troppo in una partita così tirata.

 

CRAFT 7 – Aveva voglia di riscatto dopo la scorsa partita e lo dimostra. Senza di lui probabilmente la partita sarebbe finita molto prima per Trento. Uniche pecche la percentuale da due un po’ bassa e, ovviamente, la mancata vittoria.

 

PASCOLO 6,5 – Assieme a Craft è uno dei giocatori che ci hanno creduto fin dall’inizio e ci ha messo tutto sé stesso. Ottimo sotto canestro: recupera 8 rimbalzi.

 

MIAN 6 – Non ha un grande impatto, ma gioca con più sicurezza rispetto ad altre sere, prendendosi tiri importanti e facendo il suo lavoro in difesa.

 

FORRAY 7 – Se Craft si prende gran parte del merito per aver tenuto a contatto la Dolomiti Energia nella prima metà, il capitano è il principale fautore della rimonta definitiva e del sorpasso che si è quasi tramutato in vittoria sul finale.

 

KNOX 4,5 – Ripiomba nell’abisso, senza riuscire a contribuire in modo significativo. Molto male sotto canestro, dove non si dimostra deciso.

 

MEZZANOTTE 5 – Una tripla importante nel terzo periodo, ma il suo contributo si limita a quello.

 

VOLTOLINI – N.E.

 

LADURNER – N.E.

 

LECHTHALER 5 – È stato un piacere rivederlo in campo, ma combina più danni che altro.

 

BRIENZA 6 – Una sconfitta che però lo vede uscire a testa alta, consapevole di aver spronato i ragazzi al massimo e di essere quasi riuscito a strappare la vittoria a una delle squadre più forti del campionato.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA  67-73

(13-26; 30-39; 48-54; 67-73)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Kelly 8, Blackmon 9, Craft 9, Pascolo 6, Mian 8, Forray 24, Knox, Mezzanotte 3, Voltolini, Ladurner, Lechthaler. Allenatore: Nicola Brienza.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA. Gaines, Pajola 3, Baldi Rossi 4, Markovic 8, Ricci 7, Delia, Cournooh 2, Hunter 11, Weems 2, Nikolic, Teodosic 23, Gamble 13. Allenatore: Sasha Djordjevic.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 febbraio - 05:01

Negli scorsi giorni un incontro a Mestre dove un importante esponente austriaco dell'Fpo ha riproposto l'opera che collegherebbe la Laguna alle Dolomiti, all'Austria e alla Germania: 280 chilometri che piacciono a tanti anche in Veneto 

17 febbraio - 19:45

I sindacati Cgil, Cisl e Uil intervengono dopo i primi dati che emergono a seguito dell'applicazione dei 10 anni di residenza quale criterio per accedere alle case Itea: -15% in termini di assegnazione e -20% nel sostegno degli affitti

17 febbraio - 20:04

Uno spazio nuovo, contemporaneo, che si troverà all'inizio di via Suffragio in piazzetta Nicolò Rasmo. L'iniziativa è di Filippo Sartori e l'apertura è prevista tra aprile e maggio. Piatti della cucina italiana/mediterranea, anche per palati vegetariani

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato