Contenuto sponsorizzato

Sconfitta sofferta per Trento, che soccombe davanti a Teodosic e compagni. PAGELLE.

Arrivano vicinissimi a vincerla i ragazzi di coach Brienza, che dopo una prima metà sofferta danno filo da torcere alla Virtus, prima in classifica. Purtroppo sul finale si impongono i bolognesi grazie all'esperienza e abilità di Teodosic

Di Mattia Sartori - 05 gennaio 2020 - 19:43

TRENTO. Si infiamma subito la contesa, con Gamble che schiaccia i primi due punti per Bologna e Kelly che risponde dall’arco dei tre punti per Trento. Gentile e Pascolo allungano ancora le distanze, ma Teodosic e Gamble le accorciano poco dopo, trovando il canestro per due azioni di fila. Gentile e Kelly replicano le azioni precedenti ottenendo il 12-6 trentino, subito trasformato in 12-11 da Weems e Teodosic. Il primo vantaggio bolognese arriva per mano di Ricci, che appoggia facilmente al tabellone e poi segna dall’arco, conquistando il +3 dopo il pareggio di Knox dalla lunetta. Craft si fa trovare pronto e riporta la Dolomiti Energia a -1, salvo poi subire la tripla del +4, segnata da Gaines. Nessuna delle due squadre riesce a trovare più il canestro per il resto del quarto, che si chiude sul 17-21.

 

Gaines inaugura il secondo quarto con due punti in contropiede per Bologna, che ne trova subito altri due grazie alla maestria di Teodosic. Gentile cerca di ricucire lo strappo, ma Hunter e il solito Milos Teodosic vanificano gli sforzi dei padroni di casa, portandosi sul 19-31. Markovic ottiene tre tiri liberi, di cui ne segna due, ottenendo il +13 per la Virtus. Arriva la reazione di Trento dalle mani del numero 5, che si inventa un incredibile gioco da quattro punti. Purtroppo non basta a fermare i bolognesi: Gamble e Weems portano gli ospiti al nuovo +13 e Ricci tira da ben oltre la linea dei 6,75m, mettendo la propria firma sul +16, subito portato a +19 dai virtussini. Knox inchioda al ferro alla fine del quarto, mandando tutti negli spogliatoi col tabellone che recita 25-42 in favore degli ospiti.

 

Sembra essersi ripresa almeno in parte la Dolomiti Energia dopo la pausa negli spogliatoi: Kelly e Blackmon segnano cinque punti prima che Bologna riesca a rispondere. Craft e Gentile riescono a trovare il -12, nonostante la tripla di Teodosic, e il numero 1 accorcia le distanze, riportando Trento a meno di 10 punti di svantaggio. Gamble caccia di nuovo l’Aquila a -13, ma Gentile ne mette uno dalla lunetta e Blackmon segna il terzo tiro consecutivo da tre punti e dà spettacolo, trovando un impossibile gioco da quattro punti che vale il -5 Aquila e infiamma il palazzetto. Sull’inerzia delle azioni precedenti Knox porta i padroni di casa a soli 3 punti di distanza dalla Virtus, ma ci si mette Teodosic, che ottiene due tiri liberi, ripristinando il +5 a fine terzo quarto (50-55).

 

L’ultima frazione di gioco si preannuncia tesa con Markovic che si fa fischiare un fallo tecnico. Il conseguente tiro libero, assieme alla tripla di Forray, porta l’Aquila a -1. Ci pensa poi Knox a schiacciare per il sorpasso, subito pareggiato da Gamble, che poi ottiene anche il controsorpasso dalla lunetta. La riporta di nuovo in parità Craft, ma il fallo di Pascolo manda Gamble in lunetta per il +1. Weems allunga a +4, ma si fa trovare pronto Pascolo, che corregge il tiro di Craft per il -2 trentino. Gamble va di nuovo ai tiri liberi, Teodosic la spara da tre punti e la Virtus rimette una discreta distanza fra sé e la Dolomiti Energia. Kelly la appoggia al tabellone e Craft ne segna altri due nell’azione successiva per il -3. Teodosic si inventa la tripla dell’ennesimo +6, imitato da Gentile, che mantiene i trentini a contatto. Il 44 porta ancora gli ospiti a +6 dalla lunetta. Mezzanotte la mette dall’arco proprio nel momento in cui ce n’era bisogno, ma c’è ancora Teodosic dall’altra parte, che subisce fallo e rimette i suoi avanti di 5. Craft cerca di emularlo, ma ne mette solo uno, Ricci segna gli ultimi due punti per la Virtus e chiude definitivamente la partita sul 77-83.

 

KELLY 6 – Ormai è lui l’arma principale sotto canestro, compito che svolge bene, nonostante un calo nella seconda metà di gara. Buona anche la difesa.

 

BLACKMON 6 – Sembra spento a inizio partita, non riuscendo a costruire molto. Si fa perdonare nel terzo periodo, quando esplode e riporta Trento a contatto.

 

CRAFT 6 – Uno dei pochi a riuscire a tenere a bada Teodosic, per quanto sia possibile. Guida anche bene la squadra nel momento della rimonta.

 

GENTILE 6,5 – Ne segna 22, riuscendo anche a trovare un discreto equilibrio tra la condivisione del pallone e i momenti di protagonismo. Peccato per la bassa percentuale da 2.

 

PASCOLO 6 – Grande aiuto a rimbalzo, sebbene a volte scompaia a causa della superiorità fisica degli avversari.

 

MIAN 5 – Non riesce a costruire molto per tutto il tempo in cui si trova in campo.

 

FORRAY 5,5 – Non una grandissima partita per il capitano, che ha il suo momento di gloria nella tripla del quarto periodo, ma si ferma lì.

 

KNOX 5,5 – Ha degli sprazzi di gioco ad alta intensità, ma non è costante. Se giocasse sempre come quando ha schiacciato il sorpasso nel quarto periodo si meriterebbe molto di più.

 

MEZZANOTTE 5 – Può fare molto di più, come dimostra la sua tripla fondamentale nell’ultima frazione di gioco. Peccato che per il resto della partita non offra molto ai bianconeri.

 

VOLTOLINI – N.E.

 

KING 4 – Non gioca praticamente nulla, ma in quei pochi minuti riesce solo a sbagliare due tiri e a perdere palla.

 

LECHTHALER – N.E.

 

BRIENZA 6 – Di sicuro non una partita facile, probabilmente in molti si aspettavano di perderla di misura. Tuttavia riesce a guidare i suoi ragazzi a una grande rimonta e a dare la speranza di poterla vincere fino alla fine.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA  77-83

(17-21; 25-42; 50-55; 77-83)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Kelly 12, Blackmon 13, Craft 9, Gentile 22, Pascolo 6, Mian, Forray 4, Knox 8, Mezzanotte 3, Voltolini, King, Lechthaler. Allenatore: Nicola Brienza.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA. Gaines 5, Deri, Pajola, Baldi Rossi, Markovic 1, Ricci 10, Cournooh 1, Hunter 2, Weems 15, Nikolic, Teodosic 30, Gamble 19. Allenatore: Sasha Djordjevic.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 gennaio - 22:12

In particolare nel mese di novembre il Trentino è stato travolto dal contagio, ma solo una parte parziale dei dati è stato comunicato ufficialmente. L'ex rettore Bassi: " Per due mesi ci hanno raccontato che 'gli ospedali si erano riempiti perché i trentini ultra settantenni erano un po' troppo scapestrati e invece di starsene a casa, andavano in giro e si contagiavano'. Una bugia, purtroppo una delle tante"

28 gennaio - 08:24

Le ricerche fatte nell'Adige al momento non hanno portato ad alcuna novità. Intanto sono spuntati dei testimoni sul tentativo del figlio di recarsi in un autolavaggio per lavare l'auto ma è stato fermato dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato