Contenuto sponsorizzato

Staff completo per il Trento, riconfermati in tre

Dopo le conferme di Claudio Rastelli in panchina e Erminio Gizzarelli come direttore sportivo, ecco quelle di Massimo Spagnolli (allenatore in seconda), Alessandro Gelmi (preparatore atletico) e Davide Zomer (preparatore portieri)

Da sinistra Gelmi, Zomer e Spagnolli
Pubblicato il - 25 maggio 2018 - 17:40

TRENTO. La prossima stagione del Trento procede ancora nel segno della continuità. Dopo le conferme di Claudio Rastelli in panchina e Erminio Gizzarelli come direttore sportivo, ecco in rapida successione quelle di Massimo Spagnolli (allenatore in seconda), Alessandro Gelmi (preparatore atletico) e Davide Zomer (preparatore dei portieri).

 

Massimo Spagnolli, nato a Rovereto, è alla seconda stagione al Trento, dopo aver ricoperto il ruolo di "vice" anche nella passata annata.

 

Dopo un'ottima carriera da calciatore professionista, durata quasi vent'anni, che l'ha portato a calciare i campi di serie C1 (Padova), serie C2 (San Donà, Baracca Lugo, Catania, Padova, Maceratese, Gualdo, Alto Adige, Gubbio e Mezzocorona: complessivamente 312 presenze e 86 marcature), serie D (Rovereto, Caerano, Piovese) e anche dei tornei regionali veneti (Piovese) e trentini (Rovereto, Dro e Lavis), ha intrapreso la carriera d'allenatore.

 

La prima esperienza è stata sulla panchina del Besenello nella stagione 2016/2017, prima dell'approdo in gialloblu.

 

Alessandro Gelmi, nato a Rovereto, è invece alla quarta stagione nella società del capoluogo, dopo l'attività in diverse società calcistiche della provincia.

 

Dopo il diploma in Scienze motorie all'Università di Verona nel 2009, ha iniziato la propria carriera all'Alta Vallagarina in serie D, per poi trasferirsi al Mezzocorona, dove è rimasto per quattro anni tra settore giovanile (Allievi Nazionali e Berretti) e prima squadra in Lega Pro Seconda divisione. Quindi il trasferimento al Dro, dove ha lavorato per tre annate tra Eccellenza e serie D.

Il preparatore atletico è attivo anche per il Lagaris Volley, neopromosso in serie B1 femminile di pallavolo, ma anche come docente della scuola dello sport del Coni e, nella stagione 2016/2017, è stato impegnato come preparatore fisico al Centro federale Figc di Egna.

 

Davide Zomer, nato a Rovereto, è alla sua terza stagione al Trento. Portiere di ottimo livello, è cresciuto nel settore giovanile dell'Hellas Verona e, in carriera, ha militato con Trento (C2), Siena (C1), Alto Adige (C2), Hellas Verona (16 presenze in serie B nel 2003/2004), Treviso (B), Ancona (C1), Lumezzane (C2), Ascoli (B), Alto Adige (C2 e C1), FeralpiSalò (C1), Mezzocorona (serie D) e Levico Terme (serie D).

 

Per tre stagioni è stato nella rosa dell'Hellas Verona in serie A e nel 2005/2006 ha ricoperto il ruolo di terzo portiere nel Siena, sempre nella massima serie nazionale. Ha iniziato il proprio percorso da preparatore dei portieri nel settore giovanile del Trento e nella scorsa stagione ha ricoperto tale ruolo in prima squadra. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

14 dicembre - 19:51

Si tratta di un uomo di 53 anni di Zambana. Faceva parte di un gruppo di tre persone. I soccorritori sono riusciti ad individuarlo e dopo averlo estratto da sotto la neve, in stato iniziale di ipotermia, è stato trasportato a Merano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato