Contenuto sponsorizzato

Un'Aquila Basket da capogiro si prende Gara-3, serie sul 2-1 per Trento

Basket. La Dolomiti Energia soffre e insegue, ma nell'ultimo quarto piazza il colpo del ko. Trento si prende il primo match point e sabato alla Blm Group Arena si gioca Gara-4

Di Luca Andreazza - 17 maggio 2018 - 22:33

TRENTO. E' un ultimo quarto da capogiro. La Dolomiti Energia soffre e resiste, quindi accelera nel quarto periodo e si prende un'intensissima Gara-3 contro Avellino per 88-80. I bianconeri si tengono stretti il fattore campo e si prendono il primo match point per provare a chiudere questa serie dei quarti di finale playoff. L'appuntamento per Gara-4 è per sabato 19 maggio, in palio il pass per la semifinale o Gara-5 perché Avellino è viva.

 

Emotività, tensione e tantissimo equilibrio. Questi gli ingredienti di questa serata di altissimo livello. Avellino e Trento ormai si conoscono bene, provano a limitare i punti di forza: esce una partita vibrante a certificare una serie bellissima e senza esclusioni di colpi.

 

La Sidigas resta avanti per buona parte della gara, ma nonostante l'assenza di Gomes per squalifica, Trento è compatta, riesce a restare in scia e stringe i denti nei momenti più difficili, quindi la truppa di Maurizio Buscaglia molla le briglie e nell'ultimo quarto si prende d'impeto la partita.

 

Il terzo atto di questa sfida a alta tensione non delude le attese. Dopo il passo falso in Gara-2, Trento scende sul parquet della Blm Group Arena carica e concentrata. Il marchio di fabbrica, la difesa, è tirata a lucido: Avellino è sempre sotto pressione, sbaglia e perde tanti palloni. La Dolomiti Energia invece tiene botta ai tentativi di allungo della Sidigas, quindi arriva la fiammata giusta. 

 

Avellino chiude il primo quarto avanti a +4, la partita è un elastico, ma gli irpini sembrano riuscire a custodire gelosamente il tesoretto: la Sidigas sembra infatti in controllo, ma nell'ultimo quarto cambia tutto. Nel giro di due minuti l'Aquila, trascinata da Franke, impatta e piazza un 14-0 senza repliche. I campani sono storditi, sprofondano a dieci punti di distanza, ma riescono a restare in gara per riportarsi quasi a contatto sul 76-72.

 

Ci pensano poi Shields, Forray e Gutierrez a accelerare sull'81-72. Filloy prova a rianimare i biancoverdi dalla distanza. Il finale è teso, si gioca sui nervi e sulle interruzioni, per gestire o rientrare. La pressione è altissima, ma Forray resta glaciale, inventa e sbroglia il pressing per la schiacciata di Hogue. La Sidigas non demorde, ma esce la personalità di Flaccadori. Termina 88-80.

 

L'avvio è solo un antipasto: la tripla di Filloy rompe subito il ghiaccio. La Dolomiti Energia però non si lascia intimidire e segue il proprio spartito. Wells costruisce il primo strappo, la Sidigas si porta sul +7 (10-17), ma la reazione dei bianconeri è immediata e riescono a ricucire. Il canestro dalla distanza di Franke avvicina ulteriormente Trento, ma neo-acquisto Auda dice 17-21 alla fine del primo quarto.

 

Il secondo parziale (20-20) si apre nel segno della Dolomiti Energia e Franke riprende il discorso iniziato nella prima frazione: mini-break e parità. Una battaglia punto a punto. Trento chiama e Avellino risponde. Un equilibrio che si protrae fino al 34-34, quindi la Sidigas accelera, trascinata da Fesenko e gli irpini vanno al riposo lungo in vantaggio sul 37-41.

 

Al rientro per la terza frazione (19-17) la partita tiene i ritmi altissimi, i capovolgimenti di fronte sono continui. Avellino sembra prendere in mano le redini della gara e sfugge sul 47-53. L'Aquila Basket ritorna a difendere in modo aggressivo e chiude tutte le porte, quindi riparte e aggredisce per servire un parziale di 7-0 e riaprire i giochi sul 52-53. Hogue giganteggia, ma gli irpini non si scompongono e riprendono margine con Wells per il 54-58. Gutierrez scrive il 56-58. 

 

Pronti, via per l'ultimo quarto e Flaccadori ruba palla per il pari, quindi Shields firma il sorpasso dopo una manciata di secondi (60-58). La Dolomiti Energia piazza il colpo del 14-0 per un 65-58. E' Scrubb a segnare il primo canestro di Avellino, ma Franke risponde subito. L'Aquila sembra poter scappare e il tabellone segna +10, ma la Sidigas non molla e si avvicina (76-72). Shields e Forray però non sono d'accordo e servono l'81-72. Filloy prova a tenere in corsa gli irpini da tre (82-76). Si gioca con il cronometro, Flaccadori schiaccia i titoli di coda e finisce 88-80.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato