Contenuto sponsorizzato

Arti marziali miste, Amedovski perde all’esordio in Ufc. Il fighter trentino si arrende a Jotko

Il polacco si è presentato sul ring in gran spolvero e Amedovski ha subito la stazza di Jotko, ex numero 11 al mondo, il quale ha studiato nei minimi dettagli il fighter italiano per tenerlo a distanza la sua imprevedibilità e i suoi pugni pesanti

Di L.A. - 21 aprile 2019 - 17:19

S. PIETROBURGO (Russia). Non basta una gara coraggiosa per Alen Amedovski, italo-macedone di Trento nell'esordio in Ufc, la promotion più importante al mondo nel settore Mma, le arti marziali miste (Qui articolo). Il trentino è uscito sconfitto per decisione unanime contro Krzysztof Jotko nell'incontro di San Pietroburgo in Russia.

 

Il polacco si è presentato sul ring in gran spolvero e Amedovski ha subito la stazza di Jotko, il quale ha studiato nei minimi dettagli il fighter italiano per tenerlo a distanza la sua imprevedibilità e i suoi pugni pesanti.

 

Il trentino in questo sport, prima del match di ieri, aveva all'attivo 8 vittorie e nessuna sconfitta, tutti successi arrivati per ko o ko tecnico, sei addirittura quelli nel primo round e quattro nei primi 40 secondi di match.

 

Una gara difficile per il trentino contro l'ex numero 11 al mondo, esperto e forte, che ha cercato di dettare il ritmo fin da subito. Nonostante i tanti colpi incassati e i tentativi di sottomissione, Amedovski è riuscito a reggere l'urto del polacco.

 

Non ha portato azioni significative verso Jotko, ma l'italo-macedone è restato in piedi per tre round fino alla decisione unanime e la sconfitta. Un debutto amaro in Ufc ma comunque una buona prova alla prima assoluta ai massimi livelli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.39 del 23 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 14:56

Se su scala nazionale il Partito democratico è passato dal 18,78% delle nazionali di un anno fa al 22,6% delle europee i voti assoluti sono diminuiti di centomila unità. Ma uno zoccolo duro resiste nonostante l'assenza di Zingaretti in campagna elettorale e la mancanza di una proposta politica nuova. In Trentino la situazione sembra più positiva anche se il 25% preso su scala provinciale non è troppo diverso dal voto delle provinciali

27 maggio - 12:48

Martina Loss: ''Porterò a Roma l'autonomia'', Sutto ringrazia la coalizione. Savoi: ''Ora lavoriamo per prenderci anche i comuni''

27 maggio - 12:12

Il Partito autonomista non ha espresso una sua preferenza per le elezioni suppletive e alla fine sono state 13.000 le schede bianche sui due collegi (un dato spropositato visto che un anno fa erano state 2.400). Giulia Merlo ha perso con Martina Loss per 5.000 voti e 9.000 sono andate ''perse''. Crollo del 10% dell'M5S

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato