Contenuto sponsorizzato

Notte fonda per l'Aquila Basket, Venezia domina e va sul 2-0

I trentini non entrano mai in partita, perde di 18 punti. Al Taliercio la Reyer non lascia scampo alla Dolomiti Energia. La serie è sul 2-0 per i lagunari. Giovedì 23 maggio la serie dei quarti di finale arriva in Trentino, l'Aquila Basket costretta a vincere per sperare di riaprire la sfida

Foto di Monti
Di Luca Andreazza - 21 maggio 2019 - 22:35

VENEZIA. E' notte fonda per la Dolomiti Energia e Venezia scappa sul 2-0 nella serie dei quarti di finale playoff. La Reyer passeggia sull'Aquila Basket, che non riesce praticamente mai a entrare in partita. Una serata davvero storta per la truppa di coach Maurizio Buscaglia. Al Taliercio gara 2 termina per 69-51 in favore degli orogranata.

 

Il carattere dei bianconeri non manca, l'intensità è alta, ma i trentini non girano, non riescono a trovare il canestro, quasi inesistente nella metà offensiva. La difesa di Venezia è tosta e davanti trova sempre qualche soluzione, approfitta degli errori e degli spazi lasciati dalla Dolomiti Energia e la Reyer prende il largo già nel primo tempo

 

Sono Daye e Haynes a prendere in mano delle operazioni e il primo quarto vede la Reyer portarsi sul +4 per il 15-11. Trento non ingrana e così Venezia prende margine e scappa via nel secondo periodo (19-10): il tabellone segna già 34-21 per i lagunari al riposo lungo. 

 

Qualcosa si muove in avvio di terza frazione (16-15): la Dolomiti Energia piazza un break di 0-4, ma è solo un'illusione. Gli orogranata riprendono a fare gioco, mentre i bianconeri faticano a trovare soluzioni e intuizioni in attacco, anche in lunetta i trentini sono troppo imprecisi e diventa difficile alimentare l'ambizione di rimonta. Si segna sempre pochino, ma Venezia affonda sempre il colpo, ogni volta che può

 

L'Aquila Basket prova a reagire per rimettere in piedi la gara, ma è una serata davvero complicata e confezionata da troppe indecisioni per i trentini. Troppe le difficoltà e i palloni persi, tanto che Venezia viaggia sul +17 (50-33), ridotto poi al 50-36 alla sirena.  

 

Il copione non cambia nell'ultimo quarto (19-15). La Dolomiti Energia cerca di acciuffare la partita per i capelli, ma la Reyer è in totale controllo per aggiudicarsi la sfida sul +18. Finisce 69-51.  

 

La strada è tutta in salita, ma ora la serie sbarca a Trento per gara 3 in programma per giovedì 23 maggio. Una partita da vincere per tenere viva la speranza e allungare la contesa almeno a gara 4, sempre in Trentino, per sabato 25 maggio. Eventuale gara 5 è in agenda per lunedì 27 maggio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 11:36

Iniziata nel marzo 2016, l'operazione Carthago ha portato a sgominare una rete ramificata in Marocco, Olanda, Spagna, Svizzera e Italia. Due i nuclei criminali composti da nordafricani e italiani legati ai clan di Torre Annunziata e alla mafia foggiana, che controllavano anche il mercato trentino. 73 gli indagati totali, 19 gli arrestati e sequestrati stupefacenti per un valore di 70 milioni di euro

19 settembre - 06:01

Dopo i fatti di luglio e agosto, con il ritrovamento di 47 e 180 capi morti, la Procura di Trento si prepara ad aprire un processo per indagare su diversi possibili illeciti. La determinazione della causa di morte, riportata dal referto dell'Istituto zooprofilattico, rischia di aprire un "vaso di Pandora" sul sistema dei titoli per ettaro erogati dall'Unione Europea

18 settembre - 18:45

In questi anni gli avvistamenti di questa specie si sono fatti sempre più rari e dal 2006 il Carpione del Garda è entrato a far parte della lista delle specie fortemente a rischio estinzione. Fra le cause di questa dipartita ci sono sia fattori umani che ambientali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato