Contenuto sponsorizzato

Una grandissima Arianna Bridi vince la tappa cinese delle World series e chiude seconda in classifica generale

Si è conclusa a Chun'An (Cina) la Fina /Cnsg Marathon swim world series 2019. Kermesse fortunata per l'atleta trentina che conquista sei podi su nove. Tre primi posti, due secondi posti, un terzo posto. La vittoria assoluta va ad un'altra italiana: Rachele Bruni. Bridi è tra le nuotatrici più promettenti del panorama nazionale e internazionale

Di Arianna Viesi - 29 settembre 2019 - 17:21

CHUN'AN (CINA). Grandissimo risultato per la campionessa di nuoto trentina Arianna Bridi, impegnata nell'ultima tappa del circuito in acque libere Fina /Cnsg Marathon Swim World Series 2019 svoltasi nelle acque del lago Qiandao di Chun’An, in Cina. Bridi si porta a casa il primo posto completando i 10 chilometri di gara in 2h04'05"4. Bridi ha battuto allo sprint la brasiliana Ana Marcela Cunha - oro iridato in Corea nella 5 e nella 25 chilometri e campionessa in carica del circuito - e la cinese Xin Xin che due mesi fa a Gwangju aveva sorpreso il mondo vincendo la dieci chilometri iridata. 

 

La Fina /Cnsg Marathon Swim World Series si è svolta in nove tappe con apertura a Doha il 17 febbraio e chiusura a Chun'An, in Cina, oggi. Nel 2017 Bridi aveva vinto la coppa. Anche quest'anno, una kermesse straordinaria per l'atleta trentina che ha conquistato sei podi. Primo posto a Chun'An (Cina), Lac Megantic (Canada) e Seychelles, quindi seconda piazza in quel di Nantou (Taipei) e Balaton (Ungheria) e terza posizione a Ohrid (Macedonia)

 

 

Arianna Bridi, classe 1995, nonostante la giovane età, ha già all'attivo numerose ed importanti vittorie. La portacolori di Esercito e Rari Nantes Trento dopo l'oro alle Universiadi 2015 di Gwangju (10 chilometri), bonzo nella 10 chilometri di Hoorn 2016 e il bronzo di Budapest 2017 nella 10 e nella 25 chilometri dei mondiali, ha conquistato anche un oro agli Europei 2018 nella 25 chilometri femminili

 

La trentina si conferma così tra le migliori atlete del panorama natatorio internazionale. Vincitrice assoluta della competizione, un'altra italiana: Rachele Bruni, argento olimpico a Rio de Janerio 2016. Tattica e determinazione per le due atlete azzurre allenate dal tecnico federale Fabrizio Antonelli. 

 

“Oggi è stata una gara combattuta ma mi sono divertita - spiega Rachele Bruni al suo terzo trionfo nel circuito dopo il 2015 e 2016 - Io e Arianna ci siamo mosse bene e sono contenta che alla fine di questa lunga stagione anche lei abbia raccolto la soddisfazione di vincere ancora. Io ho fatto quello che avevo concordato con il mio allenatore perché l’obiettivo oggi era difendere la mia posizione in classifica generale, ci sono riuscita e ora vado in vacanza felice ma con gli occhi già rivolti alla prossima stagione. Volevo approfittare per ringraziare la Federazione per il constante supporto logistico e morale e l’Esercito che mi permette di lavorare serenamente ogni giorno per cogliere risultati come questi”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
17 giugno - 07:52
Il rifugio Coronelle è nuovamente tornato sotto i riflettori perché su di lui aleggia la triste eventualità che possa essere totalmente [...]
Cronaca
17 giugno - 06:01
L'analisi di tutti i dati della campagna vaccinale per fasce d'età e il confronto con la settimana precedente. La Pat ora deve concentrare [...]
Cronaca
17 giugno - 08:59
Sono arrivate nelle scorse ore le nuove nomine dell'arcivescovo di Trento Tisi. Si tratta dei nuovi ruoli che i sacerdoti avranno sul nostro [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato