Contenuto sponsorizzato

Il VIDEO, Moscon squalificato per “condotta antisportiva”: ha lanciato una bici colpendo un avversario

Moscon non è nuovo a simili intemperanze, nel 2018 venne squalificato dal Tour de France per aver colpito un avversario con un pugno, mentre in passato venne sospeso per rivolto degli insulti razzisti a un corridore francese

Pubblicato il - 02 marzo 2020 - 10:46

KUURNE (BELGIO). “Animali fatti per correre e lottare. Adrenalina è ciò di cui abbiamo bisogno, per non avere paura di combattere; perché in fondo, non si riesce a farne a meno, ne siamo dipendenti”, scriveva così il 16 febbraio su Facebook il ciclista trentino Gianni Moscon poco prima di prendere parte Kuurne-Bruxelles-Kuurne, la corsa in linea maschile di ciclismo su strada che si svolge nella regione delle Fiandre, in Belgio.

 

Sicuramente Moscon è un combattente ma questa volta ha sicuramente esagerato, infatti nel corso di una tappa, dopo essere rimasto coinvolto in una caduta, preso da uno scatto d’ira ha scagliato via la bici di un altro ciclista colpendo un avversario.

Immediata è scattata la squalifica per “condotta aggressiva e antisportiva”, i giudici hanno giudicato intollerabile l’intemperanza del ciclista classe 1994 del team Ineos che ha colpito un avversario della B&B Hotels-Vital Concept, anche lui caduto a terra nello scontro.

 

Moscon non è nuovo a dare in escandescenza, nel 2018 durante il Tour de France (quando correva per il team Sky) venne squalificato perché colpì con un pugno il ciclista il transalpino Elie Gesbert della Fortuneo Samsic. In passato il trentino venne sospeso per aver rivolto degli insulti razzisti nei confronti del francese Kevin Reza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 16:08

Sono circa una cinquantina i depuratori sul territorio altoatesino e la Provincia ha scelto 9 impianti per questo monitoraggio tra dimensione, punto geografico e tipo di utenza e il territorio è stato diviso in altrettante sezioni: Bolzano, Termeno, Pontives, Media Venosta, Bressanone, Wipptal, Tobl-Brunico e Wasserfeld. Un progetto con il coordinamento dell'Istituto superiore di sanità

30 ottobre - 13:09

L'assessore Widmann: "In due settimane la situazione è completamente cambiata. Si deve considerare che per ogni positivo in media ci sono tra i 20 e i 30 contatti: 350 infezioni significa circa 10 mila contatti e diventa necessario variare strategia perché è impossibile rintracciare tutti". L'ordinanza valida da sabato 31 ottobre

30 ottobre - 15:31

La Giunta trentina ha confermato la “linea morbida” sugli orari di apertura di bar e ristoranti: “Alla luce dell’operazione ascolto con i rappresentanti delle categorie interessate, l’esecutivo ha deciso di proseguire sulla via intrapresa anche nei prossimi giorni, fissando all’inizio della prossima settimana un nuovo momento di verifica”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato