Contenuto sponsorizzato

Ettore Pellizzari sbarca a Roma: sabato verrà eletto vicepresidente vicario della Lnd. È la prima volta di un dirigente trentino

Da 21 anni alla guida del Comitato provinciale autonomo di Trento, sarà a fianco del riconfermato Sibilia in un momento in cui il calcio dilettantistico è fermo causa pandemia e s'interroga riguardo il futuro: Pellizzari è per la ripartenza. E, intanto, da Roma arriva il "no" agli ripresa degli allenamenti di contatto

Ettore Pellizzari, prossimo vicepresidente vicario della Lega Nazionale Dilettanti: sabato l'elezione
Di Daniele Loss - 04 febbraio 2021 - 18:12

TRENTO. Sabato a mezzogiorno Ettore Pellizzari sarà eletto vicepresidente vicario della Lega nazionale dilettanti. Il massimo dirigente del calcio provinciale, dal 1999 presidente del Comitato Provinciale Autonomo di Trento della Figc, diventerà il "vice" di Cosimo Sibilia, candidato unico alla presidenza, che sarà rieletto, per la seconda volta, alla guida della Lnd.
 

Per il Trentino si tratterà di una prima volta assoluta visto che, mai in passato, nessun dirigente calcistico proveniente dal nostro territorio è stato chiamato a ricoprire un incarico di tale importanza in ambito nazionale.
 

Curiosità: la pagina wikipedia di Sibilia già ieri lo indicava come rieletto alla presidenza della Lega nazionale dilettanti e prossimo alla candidatura alla presidenza della Figc in contrapposizione all'attuale presidente Gravina cosa che, effettivamente, avverrà la prossima settimana.
 

A fianco di Sibilia ci sarà Ettore Pellizzari, candidato unico al ruolo di vicepresidente vicario e, dunque, sicuro dell'elezione, pur non disponendo dell'unanimità dei consensi. I delegati di Lombardia (su indicazione del nuovo presidente del Cra lombardo Carlo Tavecchio, i cui rapporti con Pellizzari non sono certamente idilliaci), Emilia Romagna, Molise e Puglia non si esprimeranno certamente a favore del dirigente trentino e si asterranno, mentre il resto dei delegati (una sessantina, circa) che parteciperanno al Assemblea Ordinaria Elettiva di sabato mattina all'Hilton Rome Airport di Fiumicino, assegnerà la propria preferenza al dirigente trentino. E per Pellizzari, da 21 anni ai vertici del calcio di casa nostra, inizierà una nuova ed esaltante avventura.
 

Presidente Pellizzari, è emozionato o a 71 anni, trenta dei quali da dirigente sportivo, e alla vigilia di un incarico così importante non c'è spazio per i sentimenti?

Sarei bugiardo a non ammettere che l'emozione c'è eccome ma, allo stesso tempo, sono già concentrato sul tanto lavoro che ci attende. Dopo la famiglia e la scuola, nella mia vita c'è il calcio, un mondo del quale faccio parte da sessant'anni, da quando ho iniziato a dare i primi calci ad un pallone nella piazzetta lastricata di porfido di Daone. Da presidente del Cpa di Trento ho sempre cercato di "restituire" a questo sport tutto quello che mi ha dato in termini di gioie ed emozioni e questa sarà un'ulteriore occasione per me per contribuire alla crescita del movimento dilettantistico.
 

Il suo rapporto con il presidente Sibilia è sempre stato eccellente. Adesso sarà al suo fianco per lavorare nell'interesse del movimento dilettantistico in un momento che definire complicato è puro eufemismo.

Devo ringraziare pubblicamente il presidente Sibilia per avermi voluto al suo fianco e poi, ovviamente, anche tutte le società trentine, che mi hanno sempre manifestato la propria vicinanza e a tutti i Comitati Regionali, che il mese scorso hanno proposto la mia candidatura per un ruolo così importante. Il momento è cruciale: noi "esistiamo" solamente se possiamo giocare e, dunque, il primo traguardo da raggiungere è quello legato al ritorno in campo. Già venerdì, nel corso del Consiglio Direttivo che precederà l'Assemblea Ordinaria Elettiva, verrà discusso il tema primario della ripartenza. E io, come ultimo atto da presidente del Cpa di Trento, mi esprimerò a favore della ripresa dell'attività. La situazione in questo momento è però tutt'altro che fluida e non vi è un'unanimità di pensiero.
 

Si spieghi meglio: ci sono Comitati che vorrebbero chiudere tutto e dare appuntamento alla prossima stagione?

Esattamente, è proprio così. Vi sono Comitati che vorrebbero dichiarare chiusa in via definitiva l'attività anche per i tornei d'Eccellenza. C'è qualcuno che, in nome di una visione un po' distorta della "democrazia", si consulta praticamente tutti i giorni con le società del proprio territorio, ottenendo risposte - ovviamente - molto diverse. È chiaro che, operando in questo modo, la situazione risulta ingovernabile, in perenne stallo e continuamente soggetta ad "oscillazioni", il che impedisce ogni programmazione futura.
 

La scorsa settimana il Cpa di Trento aveva chiesto alla Provincia di Trento e all'Apps di far ripatire l'attività di allenamento in maniera regolare. È arrivata una risposta?

Sì, informale, ma è arrivata. A loro volta le istituzioni avevano avanzato tale richiesta al Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia, il quale - interrogato al riguardo - ha risposto che avrebbe impugnato qualsiasi decisione o provvedimento distonico rispetto al Dpcm. Il "no" è arrivato, dunque, da Roma.
 

Dopo la nomina sposterà la sua sede operativa nella capitale e si trasferirà in modo permanente?

Per quanto riguarda le deleghe, che saranno suddivise tra il sottoscritto e i tre vicepresidenti d'area (per l'Area Nord il candidato unico è il varesino Antonello Cattelan, già presidente del Collegio dei Revisori della Lnd, ndr), se ne riparlerà tra un paio di settimane. Sicuramente avrò un mio ufficio all'interno del Comitato Provinciale di via Trener, come previsto dal regolamento, per le operazioni d'ufficio. Il resto lo definiremo successivamente.
 

Cosa lascia Ettore Pellizzari al calcio trentino?

Questa è una domanda che dovete porre alle società con le quali mi vanto di aver costruito negli anni un rapporto di grande fiducia e dialogo. Se sono cresciuto negli anni come dirigente sportivo, lo devo proprio al continuo confronto con presidenti, dirigenti e allenatori. Con grande orgoglio lascio da presidente del Comitato che conta il maggior numero di atleti tesserati rispetto al numero di abitanti. Relativamente alla stagione 2019 - 2020 i calciatori erano oltre 16mila, senza contare gli Amatori, ovvero uno ogni 33 abitanti, considerando anche neonati e persone con età superiore agli 80 anni. Si tratta di numeri importantissimi per un territorio che ha tradizioni sportive riconducibili ad altre discipline.
 

Da sabato toccherà al vicepresidente vicario Giorgio Barbacovi guidare il Comitato Provinciale Autonomo di Trento.

Conosco Giorgio da quasi 50 anni. Il nostro primo incontro è avvenuto quando lui era calciatore, un grande bomber tra l'altro, poi ci siamo confrontati quando era dirigente e, infine, abbiamo condiviso un percorso lungo e importante all'interno del Comitato. Si tratta di una persona equilibrata, preparata e molto adatta a ricoprire quel ruolo. Con lui il Comitato è in eccellenti mani.
 

Il passaggio di consegne è già avvenuto?

Sì, mercoledì sera. In occasione del mio ultimo Consiglio Direttivo da presidente del Cpa di Trento, ci siamo confrontati e ho augurato buon lavoro a Giorgio Barbacovi, al vicepresidente Marco Rinaldi e a tutti gli altri Consiglieri. Continueremo a vederci e resteremo, ovviamente, in contatto, ma da sabato toccherà a lui proseguire nel percorso intrapreso lo scorso 9 gennaio.
 

Non conoscevo invece il mondo dello sport, al quale mi sono avvicinato con curiosità, rispetto e attenzione” ha scritto l'ormai ex ministro dello sport Vincenzo Spadafora nel suo saluto. Un'affermazione quantomeno singolare per chi era stato designato a guidare il ministero dello sport.

Beh, c'è poco da dire, perché successivamente ha dimostrato di non conoscere il mondo sportivo, viste le proposte di abolizione del vincolo sportivo per i dilettanti e dell'introduzione e quella legata al "lavoro sportivo", che andrebbe a prevedere l'iscrizione alla gestione separata Inps di atleti e dirigenti, con un deciso aggravio di costi per le società. Quest'ultima proposta andrebbe a "devastare" l'attività delle società sportive dilettantistiche e rappresenterebbe la "morte" di ogni forma di volontariato in quest'ambito.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
07 dicembre - 21:01
L’assessora Stefania Segnana invia una lettera alle sindache per promuovere una maggiore adesione alla maratona vaccinale, appellandosi al loro [...]
Cronaca
07 dicembre - 20:34
A lanciare l'allarme i familiari che non hanno visto l'escursionista rientrare a casa. Attivi gli operatori del soccorso alpino delle stazioni [...]
Cronaca
07 dicembre - 20:04
Trovati 249 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 180 guarigioni. Sono 75 i pazienti in ospedale. Sono 906.454 le dosi di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato