Contenuto sponsorizzato

Il Bolivar non finisce mai, ma alla fine è un Trentino di bronzo

Volley. La Diatec si impone 3-2 al termine di una sfida equilibrata e ritorna a casa con il terzo posto iridato. Il bottino nel Mondiale per Club dice 4 ori consecutivi e 2 bronzi

Terzo posto per la Trentino Volley al Mondiale per Club 2016. Il bottino dice 4 ori e 2 bronzi
Di Luca Andreazza - 23 ottobre 2016 - 21:04

BETIM (Brasile). La Trentino Volley rientra in patria con la medaglia di bronzo al collo: dopo la dura lezione subita dal Kazan, la formazione di Lorenzetti dimostra carattere e vince la battaglia per 3-2 sul Bolivar, raggiungendo comunque un risultato di prestigio che vale il terzo gradino del podio al Mondiale per Club.

 

La Trentino Volley schiera in partenza Nelli, Ontonov,  Giannelli, Lanza, Solé, Mazzone e Colaci

 

Il Bolivar risponde con Gauna, Edgar, Chirivino, Crer, Aleksiev, Piá  e González

 

Il primo acuto è della Trentino Volley: 2-0 firmato Giannelli e Mazzone. Gli argentini non restano a guardare e si portano su 7-6 con Edgar e Pià. La sfida si mantiene in equilibrio, se Urnaut chiama, Pià risponde e si arriva al 16-16. Il muro trentino si alza, Giannelli imbecca Solè e Urnaut che vale un primo break importante 23-18. Il Bolivar reagisce e impensierisce la Diatec che però trova il punto del 25-23.

 

Nel secondo set il Bolivar parte deciso e si porta sul 4-0 costringendo Lorenzetti al time out discrezionale. L'interruzione porta i suoi frutti e i trentini si portano avanti 9-8. Anche il secondo parziale è condizionato dall'equilibrio fino al 16-14 in favore degli argentini. Il Bolivar trova una serie importante di punti e si porta sul 21-18. La Diatec reagisce e sul 22-20 per i sudamericani il tecnico Weber chiama il time-out: il set si chiude 25-23 per gli argentini, a nulla vale il challenge chiamato dalla Trentino Volley.

 

Il Bolivar inizia a spron battuto anche il terzo parziale: 5-2 e time-out della panchina trentina. La Trentino Volley sembra reagire, ma il punteggio dice 15-10 per il Bolivar. Lanza e compagni salgono però in cattedra e ribaltano tutto fino al 17-17 e quindi al 24-22. L'attacco di Edgar è out. Il tabellone segna 25-23 e 2-1 per la Trentino Volley.

 

Il quarto set è incandescente. Le due compagini lottano senza esclusione di colpi, ma l'equilibrio regna sovrano. Il muro di Salè e Giannelli sembra essere decisivo sul 20-18, ma gli argentini reagiscono e impattano 22-22. La partita si trascina a oltranza sul 25-25. Edgar mette a terra per il 28-27, la Diatec si difende, ma il set dice Bolivar 31-29, si va al tie-break.

 

Il tie-break mantiene le promesse e si rivela palpitante: Lanza lancia i trentini sul 5-3, ma Aleksiev rimette gli argentini avanti 7-5 costringendo Lorenzetti al time-out. I capovolgimenti non mancano, Nelli e Solè rispondono presenti (10-9 per la Diatec) e Weber chiama il time-out. Pià e Aleksiev schiacciano il Bolivar a, 13-12. La partita diventa anche di nervi e la Trentino Volley chiama il time out. Un ottimo Nelli rispedisce indietro i sudamericani 15-14 e time out argentino. La partita non sembra finire mai, ma poi un'errata ricezione consegna vittoria e terzo posto alla Diatec.

 

BOLIVAR - DIATEC TRENTINO 2-3
(22-25, 25-23, 23-25, 31-29, 15-17)
 

BOLIVAR: Chirivino, Almeida 15, Crer 11, Edgar 25, Aleksiev 20, Gauna 6, Gonzalez (L); Jacobsen 1, Patti, Ocampo. N.e. Codesal, Franetovich, Giraudo, Koukatsev. All. Javier Weber
 

DIATEC TRENTINO: Nelli 13, Antonov 7, Mazzone D. 12, Giannelli 7, Urnaut 19, Solé 11, Colaci (L); Lanza 12, Stokr 11, Van de Voorde 1. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Blasi e Chiappa, All. Angelo Lorenzetti
 

ARBITRI: Zenovich (Russia) e Espicalsky (Brasile)
 

DURATA SET: 25’, 27’, 26’, 36’, 22’; tot 2h e 16’
 

NOTE: 8.000 spettatori. Bolivar: 13 muri, 2 ace, 15 errori in battuta, 10 errori azione, 51% in attacco, 48% (15%) in ricezione. Diatec Trentino: 12 muri, 7 ace, 25 errori in battuta, 11 errori azione, 50% in attacco, 61% (34%) in ricezione

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato