Contenuto sponsorizzato

Cuore Diatec, ma non basta. Trento sfiora solo il colpaccio

Volley. La Sir Safety vince per 3-2 e si riporta in vantaggio nella serie per 2-1. La contesa ritorna a Trento per Gara 4

Di Luca Andreazza - 07 aprile 2018 - 20:33

PERUGIA. Il PalaEvangelisti è un inferno, rovente, ma sembra non contare: la Diatec rischia di piazzare una zampata fondamentale nell'economia delle semifinali scudetto di SuperLega. Perugia vince la maratona di oltre due ore e mezza e la Trentino Volley, dopo aver giocato alla pari per larghissimi tratti del match, non riesce a strappare il fattore campo e si arrende al tie break per 3-2. 

 

La serie torna così a Trento sul 2-1 per la truppa di Lollo Bernardi, che alla Blm Group Arena ha la chance di chiudere il discorso.

 

In Umbria esce una partita bellissima e in altalena. Il livello è altissimo, complice anche il fatto che le squadre ormai si conoscono fin troppo bene, ma le formazioni sono brillanti a fase alterne. Sir Safety e Diatec conducono le danze e si spartiscono i set. La vita per gli attaccanti è difficilissima e il muro acquisisce sempre più importanza: i tecnici lavorano così sui dettagli e su quelle sfumature in grado di fare la differenza.

 

La Sir Safety si affida ai soliti Zaystev e Atanasijević, ma il motore della Diatec gira a mille per set, ma è soprattutto l'ace di Podraščanin per l'11-9 a scavare un solco importantissimo nel tie break. La Trentino Volley resta lì con le unghie e diventa una sfida a distanza tra cambi e time out, ma il colpo di reni finale è di marca Sir Safety.

 

Tolto il secondo parziale (nettamente perso) e il quarto periodo (appannaggio di Perugia con buon margine), una Trentino Volley concentrata e cattiva, guidata in modo magistrale e sempre attento dall'uomo dei puzzle in panchina, un Angelo Lorenzetti sempre lucido nell'infondere tranquillità e operare le giuste chiamate, resta quasi sempre incollata alla corazzata umbra, conduce buona parte della partita, offre spunti interessanti, ma resta a bocca asciutta. Ora la contesa ritorna a Trento per Gara 4 con la Diatec a caccia di rivincite e la voglia di allungare la serie alla decisiva Gara 5.

 

L'avvio di primo set vede una Diatec cattiva e concentrata. Un inizio a base di altissimo livello e giocate bellissime in entrambe le metà campo. I trentini però partono meglio (3-8). Lollo Beranrdi corre ai ripari e la mossa paga. Perugia ricuce (7-8), ma Trento reagisce e si riporta sul +3 (8-11). E' una gara equilibratissima, nella quale Trento tiene a bada i tentativi di rimonta della Sir Safety (14-17). Gli umbri però restano lì e rosicchiano il vantaggio trentino fino al 22-22. La truppa di Lorenzetti mette pressione e i vantaggi premiano proprio i gialloblu per 25-27.

 

La gara si mantiene equilibrata, ma dopo le battute iniziali è Perugia a ricevere meglio e cercare il primo allungo per l'8-5. Il forcing della Sir Safety è costante, gli umbri sbagliano pochissimo e doppiano Trento per il 16-8. La reazione dei gialloblu è timida e il secondo parziale è in cassaforte sul 25-13.

 

La Diatec ritorna prepotentemente in partita nel terzo periodo e accelera subito sul 5-8. Anche in questo caso la Sir Safety resta in scia e si allontana, si avvicina e resta indietro fino al 18-21. Questa volta la Trentino Volley mantiene i nervi saldi e rimette il naso sul 21-25.

 

Le squadre sono in altalena, unopione già visto e la quarta frazione vede Perugia più presente sul parquet. Gli umbri corrono veloci sul 6-2, allungano anche sul +5. Trento è paziente e si avvicina, ma le redini sono in mano alla Sir Safety sul 12-10. I padroni di casa premono, ma non riescono a scrollarsi di dosso i gialloblu che restano vicini (14-13), quindi piazzano il colpo del 20-15. E' il preludio al tie break. La Diatec cerca il colpo di reni, ma arriva il 25-17.

 

E' battaglia anche nel tie break. Le squadre restano attaccate e nessuno vuole cedere. La Diatec trova un break sul 3-5 e conduce fino al 5-7. La Sir Safety però impatta sul 7-7, quindi il campo gira sul 7-8 in favore dei trentini. Perugia è lì e l'ace di Podraščanin vale il 11-9. La Trentino Volley non demorde e prova a giocare tutte le carte possibili. Ma alla fine vince Perugia 15-13 e 3-2.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 13:12

E' avvenuto sull'Altopiano della Vigolana, dove il giovane risiedeva. Pedinato dai finanzieri, è stato fermato e ha tentato la fuga. La perquisizione dell'auto e della casa hanno così portato al rinvenimento di 7 etti di fumo, 15mila euro e due lingotti d'oro. Il soggetto era stato protagonista dell'efferato pestaggio di un militare al di fuori di un noto locale valsuganotto. Arrestato

12 novembre - 05:01

“Bene, è arrivata una nuova pollastrella” , sono queste le parole che Hope (nome di fantasia per motivi di sicurezza) ha sentito la mattina che ha capito di essere stata venduta alla mafia nigeriana. Aveva appena 18 anni quando è successo. E' stata costretta a spogliarsi, a farsi valutare come un oggetto all'asta da Madame, colei che si occupa del business nigeriano. Poi è finita sulla strada

12 novembre - 12:57

Tra questa sera e domani buona parte della regione potrebbe ricoprirsi di bianco. Al Brennero previsti 40 centimetri. Necessarie le dotazioni da neve

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato