Contenuto sponsorizzato

Colpo Civitanova, Trento espugnata al tie break dopo una battaglia di tre ore

Alla Blm Group Arena la Lube piega l'Itas per 3-2 e si prende il fattore campo in questo primo atto che mette in palio un pass per giocare il tricolore contro la vincente tra Perugia e Modena, serie sull'1-0 per gli umbri

Di Luca Andreazza - 16 aprile 2019 - 23:22

TRENTO. La Trentino Volley cade in gara 1 delle semifinali playoff scudetto dopo tre ore serrate di gioco. Alla Blm Group Arena la Lube piega l'Itas per 3-2 e si prende il fattore campo in questo primo atto che mette in palio un pass per giocare il tricolore contro la vincente tra Perugia e Modena, serie sull'1-0 per gli umbri.

 

La prima sfida non tradisce le attese, le squadre mostrano muscoli e classe. Un match mai banale, concitato, teso e sempre in bilico, anche quando Trento nel secondo parziale sprofonda a -8 e sfiora il colpo del ko. Si gioca praticamente punto a punto e ogni flessione o calo di concentrazione viene punito. Sono i dettagli a fare la differenza, questa sera la truppa di Angelo Lorenzetti perde al tie break, i marchigiani, trascinati da un gigantesco Sokolov da 35 punti, si impongono con pieno merito e impallinano l'Itas. La corsa inizia così in salita e i trentini sono chiamati a vincere nelle Marche per riequilibrare la serie.

 

Le semifinali, così come la finale, si giocano al meglio delle cinque partite e la serie si sviluppa potenzialmente su un calendario lungo dodici giorni: si parte dall'1-0 per la Lube e ora le squadre si spostano a Civitanova per gara 2 prevista per venerdì 19 aprile alle 20.30. Si ritorna a Trento per gara 3 lunedì 22 aprile. Le eventuali gare 4 e 5 in scena rispettivamente giovedì 25 aprile nelle Marche e poi domenica 28 aprile in Trentino. 

 

L’avvio di primo set è di marca Trentino Volley: Kovacevic e Vettori confezionano il primo break (6-3) e costringono la Lube a interrompere il gioco. Alla ripresa ancora Kovacevic mette a terra palloni senza sosta per il 12-6 e il tecnico marchigiano è costretto in fretta richiamare il time out e apportare alcuni correttivi, come l'avvicendamento tra KovarLeal. E' il neo-entrato a scuotere la Lube (14-10), ma Trento riparte con GiannelliKovacevic e Russell (19-15). L’ace di Sokolov rimette però in discussione il punteggio (21-19). Il servizio di Nelli mette in difficoltà Civitanova e i gialloblù scrivono il 25-20.

 

Nel secondo periodo la Lube reagisce: SokolovJuantorena e Leal dicono 4-8. L’Itas fatica in attacco e i marchigiani accelerano ancora (8-15). Civitanova preme fortissimo e il set sembra già finito sul 13-21, ma arriva un'incredibile rimonta dei gialloblù che accorciano sul 20-21. La parità arriva a quota 22, ma Sokolov decide il parziale sul 23-25.

 

E' equilibrato anche il terzo set. Ancora Civitanova inizia meglio (1-3), ma Kovacevic e Giannelli rovesciano il punteggio sul 9-7. Dopo il time out di De Giorgi, un errore in palleggio di Simon e un contrattacco di Kovacevic aumentano il margine (12-8) e costringono il tecnico a interrompere subito il gioco. Alla ripresa la Lube accorcia subito le distanze (13-11). L’Itas però riparte e accelera per il 25-19.

 

La quarta frazione è una battaglia punto a punto, Itas e Civitanova restano incollate fino al 14-14, nessuna riesce a prendere il largo. E' Vettori a provare a lanciare l'assalto finale per chiudere il match per il 19-17. Ma la Lube impatta sul 20-20. Nel finale i marchigiani tengono i nervi saldi per il 26-28 dopo 44 minuti.

 

Nel tie break parte meglio la Lube che piazza subito un break (0-2). I marchigiani riescono a tenere il margine fino al 5-8. Trento impatta sul 9-9 e trova la forza di cambiare marcia con Lisinac nel momento più delicato per il 13-11. Time out di De Giorgi. Alla ripresa è 13-13 e questa volta è Lorenzetti a interrompere il gioco. Il rush finale premia Civitanova che chiude sul 19-21

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 maggio - 21:02

Il professore a Rovereto per il primo Cda che ha nominato Silvio Cattani alla vicepresidenza. L'annuncio: ''Dal 6 giugno la mia collezione a Caldes''. Poi: ''Riqualificazione? Ho già sentito Botta. E vorrei aprire la caffetteria entro ottobre. Lavoro, basta precari". Offerta di pace ad Alex Marini: ''Se lascia perdere le querele lo invito a cena''

22 maggio - 18:18

L'onorevole, tirata in ballo nel profilo Twitter da Ivan Cristoforetti, braccio destro dell'assessore Spinelli, replica: "Chi ricopre una carica istituzionale o chi lavora all’interno delle Istituzioni debba usare toni di decoro e rispetto verso quelle stesse Istituzioni, siano locali o statali, che sono garanzia di tutela dei cittadini"

22 maggio - 12:24

Laureata in Lingue e letterature straniere moderne e attualmente insegnante inglese al liceo linguistico e scientifico di Pozza di Fassa, già Procuradora del Comun general de Fascia, la candidata per il centrosinistra corre nel collegio della Valsugana per un posto alla Camera 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato