Contenuto sponsorizzato

Lago di Tenno: dopo i rifiuti in spiaggia scoperto un immondezzaio anche nei sentieri adiacenti

Pezzi di lamiera, bacinelle di plastica, sacchi dell’immondizia sparsi per il bosco questo è quanto emerge dalle foto, scattate da alcuni residenti indignati, che ritraggono i sentieri introno al bacino ridotti a una discarica a cielo aperto. Cobbe attacca l’amministrazione: “Ormai questi episodi stanno diventando la normalità e non va bene”

Di Tiziano Grottolo - 27 agosto 2019 - 13:32

TENNO. Ne davamo conto solo un paio di settimane fa, quando un utente aveva postato delle fotografie che ritraevano i risultati dell’assalto dei turisti al piccolo lago di Tenno durante il weekend di Ferragosto.

 

Una montagna di rifiuti accatastata sulle sponde e precedentemente abbandonata dai turisti maleducati e dalla scarsa coscienza ecologista.

 

Ora però, lungo il sentiero che collega i nuovi parcheggi alle spiagge del lago, spunta un nuovo ammasso di rifiuti che somiglia più a una piccola discarica a cielo aperto. Per non parlare dei mozziconi di sigaretta presenza costante delle sponde tennesi.

 

Dalle foto si possono riconoscere grandi pezzi di lamiera, vecchi telai, tubi di plastica e sacchi dell’immondizia appesi ai rami degli alberi e abbandonati. Non esattamente quello che si definirebbe un buon biglietto da visita.

 

Il problema è sempre lo stesso e rappresenta il classico esempio “del cane che si morde la coda” da un lato il turismo è un vettore indispensabile per l’economia locale, ma allo stesso tempo i grandi numeri non possono che mettere in crisi un ecosistema delicato come quello del lago di Tenno che una volta compromesso sarebbe difficile, se non impossibile, da ripristinare.

 

Con i grandi numeri è quasi sintomatico che ci siano da smaltire grandi quantità di rifiuti, anche se in altre località ciò non accade prova questa che esistono delle strategie che possono essere messe in campo per migliorare la situazione.

 

Certamente l’amministrazione poteva fare ben poco in una decina di giorni, inoltre i rifiuti potrebbero essere lì da più tempo, certo però è difficile immaginare che questa situazione possa andare avanti fino alla fine della stagione turistica.

 

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco Giuliano Marocchi che promette: “Saremo durissimi con tutte le iniziative sul lago”. Secondo quanto riferito dal primo cittadino la polizia locale sarebbe già intervenuta più volte sanzionando diversi indisciplinati. “Stiamo portando avanti un ragionamento complessivo sul sito e quello dei rifiuti è solo un tassello” afferma Marocchi.

 

Andrea Cobbe rappresentate dell’opposizione, mette da parte la diplomazia e attacca: “Siamo alle solite, ancora immondizie e sporcizia nella zona del lago – evidenzia il consigliere di Tenno Domani – questa volta più che dei sacchetti di immondizia ci troviamo davanti ad una discarica a cielo aperto, sarcasticamente mi viene da dire che non sembrano resti di pedalò”.

 

Il riferimento è alla controversia che vede contrapposti il gestore del noleggio e l’amministrazione che vorrebbe vietarne la navigazione.

 

“Purtroppo è da anni che sottolineiamo l’incuria e l’abbandono da parte dell’amministrazione – continua Cobbe – ma le continue segnalazioni sembrano non toccare il sindaco Marocchi, forse troppo preso a cercare la cozza zebrata – altro riferimento alla ‘guerra dei pedalò’ – come già detto c’è urgente bisogno di un piano straordinario per la tutela e la salvaguardia del Lago, ormai questi episodi stanno diventando la normalità e questo non va bene”, conclude il consigliere d’opposizione.

 

Per il momento però, in attesa del “pacchetto” di proposte che l’amministrazione locale sta elaborando (l’annuncio è atteso fra poche settimane) i tennesi dovranno rimettersi ancora una volta alla buona volontà ed educazione dei turisti, confidando che chi sporca si faccia scoraggiare almeno dalle multe.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato