Contenuto sponsorizzato

Bollettino pollini: alte concentrazioni di olivo e graminacee. La Fem: “In aumento le Urticacee”

La Fondazione Edmund Mach ha diffuso l’ultimo bollettino sulle concentrazioni di pollini in Trentino: graminacee e olivo presentano concentrazioni alte. Attenzione anche alla vite, abete rosso, pino, ontano verde, piantaggine e romice

Pubblicato il - 03 giugno 2020 - 18:06

TRENTO. Passato il picco fatto registrare da carpino nero e betulle ora, per quanto riguarda le concentrazioni di pollini preoccupano quelle legate all’olivo e alle graminacee.

 

Se i pollini delle graminacee si trovano ancora in concentrazioni alte ma in calo, i pollini dell’olivo, al contrario, sono sia in alta concentrazione che stazionari, ciò significa che continueranno a dare problemi anche nelle settimane a venire.

 

Pertanto potranno provocare non pochi problemi per chi soffre di allergia che, ricordiamo, affligge oltre il 15% della popolazione che in questa stagione riferisce sintomi legati al polline, i più comuni dei quali comprendono prurito agli occhi, congestione nasale, naso che cola e talvolta respiro sibilante ed eruzione cutanea.

 

 

La Fondazione Edmund Mach, che ha diffuso l’ultimo bollettino settimanale dal 25 al 31 maggio, mette in guardia anche dalla presenza, in alte concentrazioni, di pollini derivanti da vite, abete rosso, pino, ontano verde, piantaggine e romice. Invece tiglio, ailanto, papavero, quercia, carpino nero, orniello, cupressacee non sono quasi più un problema.

 

Infine, le urticacee sono segnalate in concentrazioni medie ma in aumento. Altri pollini rilevati sono rappresentati dalle spore di Alternaria in media concentrazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato