Contenuto sponsorizzato

Bollettino pollini, ancora alta concentrazione di pollini per olivo e graminacee, stabili le urticacee

La Fondazione Edmund Mach, che ha diffuso l’ultimo bollettino settimanale per i dati rilevati dall'1 al 7 giugno, mette in guardia anche dalla presenza, in alte concentrazioni, di pollini derivanti da graminacee e olivo

Pubblicato il - 09 giugno 2020 - 11:20

TRENTO. E' passato il picco legato all'olivo e alle graminacee, ma la concentrazione di pollini resta ancora alta anche se in diminuzione.

 

Un'allergenicità molto alta e quindi nelle prossime settimane possono continuare a dare problemi nonostante il fenomeno sia in attenuazione.

 

C'è ancora da tenere duro per chi soffre di allergia, un disturbo che affligge oltre il 15% della popolazione mentre i sintomi più comuni sono prurito agli occhi, congestione nasale, naso che cola e talvolta respiro sibilante ed eruzione cutanea.

 

La Fondazione Edmund Mach, che ha diffuso l’ultimo bollettino settimanale per i dati rilevati dall'1 al 7 giugno, mette in guardia anche dalla presenza, in alte concentrazioni, di pollini derivanti da graminacee e olivo.

 

Infine, le urticacee sono segnalate in concentrazioni medie e con tendenza stazionaria. Anche le spore di Alternaria sono rilevate in media concentrazione.

 

Per quanto riguarda altri pollini, sono dati in concentrazione alta quelli di ontano verde e pino, abete rosso, vite e piantaggine, mentre castagno, tiglio ailanto, romice, quercia, cupressacee, carpino nero sono in concentrazioni medio-basse.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 17:27

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi: il rapporto contagi/tamponi si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure ospedaliere. Il totale è di 6.614 casi e 471 decessi da inizio epidemia coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato