Contenuto sponsorizzato

Cattura Jj4, Lipu e Lac attaccano Fugatti: “No alla criminalizzazione dei grandi carnivori”

Le associazioni ambientaliste intervengono dopo il falso attacco ai due forestali: “Strano che Fugatti ne abbia parlato solo dopo le due sentenze del Tar. L’attuale non gestione dei grandi carnivori ha rimosso tutta la corretta informazione, spingendo invece su quella denigratoria”

Di Tiziano Grottolo - 19 settembre 2020 - 20:24

TRENTO. “Diciamo basta alla criminalizzazione dei grandi carnivori promossa da Fugatti e la sua Giunta”, così i rappresentanti regionali Sergio Merz per la Lipu e Rosa Katia Marino della Lac si scagliano contro la maggioranza che guida la Provincia di Trento.

 

Le associazioni ambientaliste vogliono smontare il teorema secondo cui Jj4 sarebbe un’orsa pericolosa. “Dopo due sentenze del Tar – spiegano – che bloccano di fatto le due ordinanze di Fugatti, prima di abbattimento e successivamente di cattura dell'orsa Jj4, il governatore durante una conferenza stampa se ne esce con una dichiarazione tutta da dimostrare, secondo cui due forestali nei giorni scorsi sarebbero stati oggetto di un falso attacco da parte del plantigrado e quindi orsa pericolosa da catturare” (QUI articolo).

 

Merz e Marino sottolineano come i falsi attacchi siano comportamenti del tutto normali negli orsi che si sentono minacciati: “Pare strano che Fugatti ne abbia parlato solo dopo le due sentenze del Tar che di fatto lo fermano, almeno per ora, il falso attacco dimostra anche la non pericolosità di Jj4 che in 14 anni non ha mai creato problemi, salvo difendere i propri cuccioli prima dai due cacciatori e poi dai due forestali”.

 

Secondo gli ambientalisti il presidente della Pat dovrebbe ammettere che la decisione di catturare l’orsa è sbagliata ritirando l’ordinanza. Cosa che probabilmente non avverrà: “Fugatti deve per forza far passare Jj4 per pericolosa per far pressione sui giudici del Tar e quindi procedere con la cattura e relativa detenzione all’ergastolo”, accusano Merz e Marino.

 

“L’attuale non gestione dei grandi carnivori – concludono gli ambientalisti – ha rimosso tutta la corretta informazione, spingendo invece su quella denigratoria, non si parla più di convivenza possibile, ma interessa passi il messaggio che lupi e orsi sono pericolosi a prescindere, soffiando e alimentando paure più o meno recondite, tipico della politica leghista che trova i suoi consensi esclusivamente dalle paure della gente”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato