Contenuto sponsorizzato

Dal rischio per la salute umana all'inquinamento di acqua, terra e aria."Così si avvelena ogni cosa'' l'allarme lanciato in occasione della "Giornata stop pesticidi"

Domenica 24 maggio è la "Giornata stop Pesticidi", nata con lo scopo di portare all'attenzione ed informare, attraverso filmati, articoli sulla stampa e videoconferenze, sugli effetti negativi delle monocolture e dei pesticidi chimici impiegati nella produzione del cibo che arriva sulle nostre tavole

Di Lucia Brunello - 23 maggio 2020 - 18:09

TRENTO. Quest'anno, a causa dell'emergenza Coronavirus, non si svolgerà la "Marcia Stop Pesticidi" che negli anni scorsi in Trentino Alto Adige ha visto la partecipazione di centinaia di persone al lago di Caldaro e a Trento.

 

Domenica 24 maggio si volgerà comunque, anche in altre regioni italiane, la Giornata stop Pesticidi. Scopo dell'evento, sostenuto da numerose associazioni e da singoli cittadini, è di portare all'attenzione ed informare, attraverso filmati, articoli sulla stampa e videoconferenze, riguardo gli effetti negativi delle monocolture e dei pesticidi chimici impiegati nella produzione del cibo che arriva sulle nostre tavole. Tristemente, anche nel 2018, il Trentino Alto Adige si è confermato la regione italiana con la maggiore vendita di pesticidi in rapporto alla superficie. Secondo i dati Istat relativi al 2018, le sostanze distribuite sono state 45,7 chili per ettaro, contro una media nazionale di 6 chili per ettaro. Un confronto davvero allarmante: si tratta infatti di una quantità 7 volte superiore la media in Italia.

 

Dal 2012 al 2016, la quantità di pesticidi utilizzati sul suolo della Regione è notevolmente aumentato, passando da 42.3 chili per ettaro (2012) a 62.2 chili per ettaro (2016). Dal 2016 al 2018, invece, il dato è sceso a 45.7 chili per ettaro. Anno in cui in Trentino Alto Adige, secondo l'Istat, sono stati utilizzati 128.552 chili di erbicidi.

 

"Secondo alcuni studi effettuati, il glifosato (pesticida largamente utilizzato, ndr) avrebbe effetti negativi sullo sviluppo riproduttivo ed è sospettata di provocare danni alla salute umana", scrivono sul sito ufficiale "Marcia Stop pesticidi". "Possiamo cambiare questo modello di agricoltura inquinante e distruttiva, rinunciando ad acquistare la frutta prodotta con il metodo dell’agricoltura chimica-integrata, acquistando invece quella biologica".

 

La richiesta delle associazione e di molti cittadini alle istituzioni, è di cambiare modello di agricoltura, passando da una chimica molto produttiva ma per molti aspetti dannosa e insostenibile. Basti pensare infatti ai rischi per la salute umana, la perdita della biodiversità, l'inquinamento dell'aria, di acque e terreni, e, in ultimo, ma di certo non per importanza, la moria della api

 

Per questa ragione, cittadini e diverse associazioni hanno chiesto avanzato diverse richieste alla Commissione Europea. In primis, l'eliminazione graduale dell'uso di pesticidi sintetici. Infatti, entro il 2030 è previsto che l'uso di pesticidi sintetici venga ridotto dell'80% nell'agricoltura dell'Ue. Entro il 2035, invece, l'intera agricoltura dell'Unione funzionerà senza uso di pesticidi sintetici. Queste le prospettive.

 

Poi, sono chieste delle misure specifiche per la tutela della biodiversità e maggior sostegno rivolto agli agricoltori. Questi, infatti, dovranno essere sostenuti nella necessaria transizione verso l'agroecologia. Saranno favorite le aziende agricole piccole, diversificate e sostenibili e sarà sostenuta la ricerca intorno a un modello agricolo senza uso di pesticidi e ogm.

 

"Cittadini e associazioni chiedono a Governo, Regioni, Province e Comuni impegni precisi per la salute dei cittadini, per il territorio e per l'agricoltura. Chiediamo una revisione del Piano d’Azione Nazionale per l’uso dei pesticidi (Pan), con la loro totale eliminazione immediata nelle zone urbane e nelle aree frequentate dalla popolazione, stabilendo distanze idonee di sicurezza dalle abitazioni, dai terreni coltivati con il metodo dell’agricoltura biologica e biodinamica, da parchi e giardini pubblici e privati, da strade, da sentieri e piste ciclabili", riportano infine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 luglio - 20:06

C’è sconcerto tra i segretari di Cgil, Cisl e Uil che, durante l’audizione in prima commissione del Consiglio provinciale, hanno appreso che la manovra di fatto prevede tagli al bilancio provinciale per 100 milioni di euro sul 2020 e per 200 milioni di euro sul 2021

12 luglio - 18:02

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. La Pat: "Rispetto a ieri migliorano decisamente i dati riferiti al contagio a Covid-19 in Trentino". In Alto Adige sono stati registrati 5 casi di nuova positività

12 luglio - 20:24
Entrambi i veicoli stavano viaggiando in direzione Trento, quando la vettura ha svoltato all'altezza del distributore e lavaggio. Proprio in quel momento però la moto era in manovra di sorpasso e l'impatto è stato inevitabile
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato