Contenuto sponsorizzato

In Trentino piove meno, per il fiume Adige portata in calo rispetto alla media storica

Nei prossimi giorni è prevista una perturbazione che i modelli prevedono si traduca in circa 60 millimetri, nuova pioggia che a fine mese si presume possa ridurre il deficit di precipitazioni dal periodo invernale al 15% circa

Di gf - 27 giugno 2017 - 19:33

TRENTO. Precipitazioni e portate sono del 30% inferiori rispetto i valori medi storici. A rilevarlo è stato il Servizio Prevenzione Rischi che ha fatto il punto sulla situazione idrologica in Trentino aggiornando il quadro con le ultime rilevazioni effettuate nella giornata odierna.

 

Le recenti piogge, viene spiegato, hanno contribuito a portare il mese di giugno nella media stagionale sul territorio provinciale, ma la carenza di precipitazioni nel periodo invernale porta però, sempre sul territorio provinciale, ancora un deficit di pioggia del 30%.

 

Nei prossimi giorni è prevista una perturbazione che i modelli prevedono si traduca in circa 60 millimetri, nuova pioggia che a fine mese si presume possa ridurre il deficit di precipitazioni dal periodo invernale al 15% circa.

 

La neve è presente solo a quote superiori ai 2.700 metri sul livello del mare e può considerarsi pertanto ininfluente ai fini dei deflussi.

 

Per quanto riguarda le sorgenti si rileva un deficit di circa il 30% rispetto al valore medio, ma al momento non sono in atto da parte dei Vigili del Fuoco rifornimenti agli acquedotti tramite autobotti. Continuano in ogni caso a rimanere valide le ordinanze per il risparmio d'acqua emesse in 15 Comuni.

 

Valori nella media storica, invece, per quanto riguarda le falde, mentre le recenti piogge hanno incrementato i livelli idrometrici di fiumi e torrenti.

Il fiume Adige a Trento ha raggiunto una portata media giornaliera di 230 mc/s, registrando un valore del 26% sotto la media storica, e il torrente Avisio a Soraga ha raggiunto una portata media giornaliera di 6 mc/s, registrando un valore del 37% sotto la media storica.

 

L'analisi della situazione idrologica effettuata dal Servizio Prevenzione Rischi si completa con i dati relativi al lago di Garda, il cui livello è pari a 68 centimetri, 36 centimetri al di sotto del valore medio, e all'invaso di Santa Giustina che ha accumulato un volume di circa 94 milioni di mc, registrando un valore del 24% sotto la media storica.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 13:30

Ecco cosa dice la bozza del nuovo dpcm che sarà valido fino al 6 aprile. La zona rossa diventa più rossa con la chiusura anche di parrucchieri e barbieri quella bianca sempre più una realtà (dopo il caso della Sardegna) e prevede la riapertura praticamente di tutto (bar, ristoranti, cinema e teatri senza coprifuoco alle 22) eccetto fiere, congressi, discoteche e stadi. Resta il divieto di spostamento tra regioni ma novità per i musei

26 febbraio - 18:28

Compresse e capsule compongono circa l’85% dei farmaci che vengono prescritti e molto spesso in caso di cambiamenti nella terapia sono decine le scatole di medicinali che vanno sprecate. Matteo Tamanini, farmacista e fondatore di Bliss: "Innovazione, efficienza e lotta allo spreco"

27 febbraio - 13:41

Dal primo marzo la Sardegna entra in zona bianca: stop a coprifuoco e restrizioni sugli spostamenti nel territorio regionale. Riaprono piscine, palestre, cinema e teatri mentre bar e ristoranti potranno tener aperto pure la sera

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato