Contenuto sponsorizzato

La successione legittima o testamentaria, gli eredi e le quote di assegnazione dell'eredità

Nel momento in cui una persona viene a mancare, il suo patrimonio potrebbe rimanere sprovvisto di un titolare. Per evitare questo, la legge ha istituito un istituto giuridico denominato successione a causa di morte. In linea generale si possono distinguere due tipi di successione: quella legittima e quella testamentaria
DAL BLOG
Di Alessandro Micheli - 19 ottobre 2019

Consulente previdenziale e assicuratore

Nel momento in cui una persona viene a mancare, il suo patrimonio potrebbe rimanere sprovvisto di un titolare. Per evitare questo, la legge ha istituito un istituto giuridico denominato successione a causa di morte (in latino successione mortis causa) per garantire a determinati soggetti di subentrare nella titolarità dei beni lasciati dal defunto (detto de cuius).

 

In linea generale si possono distinguere due tipi di successione: quella legittima e quella testamentaria

 

Si ha una successione legittima quando la persona venuta a mancare non ha lasciato nessuna disposizione testamentaria, ma anche quando il testamento lasciato non è valido o non esaustivo di tutti i beni del de cuius.

 

Si ha invece una successione testamentaria quando la persona scomparsa ha lasciato una disposizione testamentaria attraverso un atto detto, per l'appunto il testamento.

 

Sono eredi legittimi coloro ai quali si devolve l’eredità in assenza di testamento. Eredi legittimi sono: il coniuge o parte dell’unione civile, i discendenti (i figli) e gli ascendenti (i genitori), i collaterali (fratelli o cugini), i parenti fino al sesto grado e lo Stato.

 

Sono invece eredi legittimari coloro che in virtù di uno stretto legame di sangue con il de cuius non possono essere esclusi dalla successione e sono il coniuge o la persona unita civilmente, i figli e in assenza dei figli gli ascendenti.

 

La quota di legittima o di riserva è la quota del patrimonio ereditario che deve essere necessariamente  destinata ai legittimari e alla quale non possono essere poste condizioni. La quota disponibile, invece, è la parte di patrimonio ereditario che il testatore può lasciare a chiunque, compresi anche gli eredi che già beneficiano della quota di legittima.

 

Nelle seguenti tabelle si riassume a chi e quanta parte di patrimonio può essere assegnata:



Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
15 giugno - 19:05
Il Comune di Cortina pagherà 70mila euro per riportare il treno a casa, questo l'accordo trovato con Trentino Trasporti. Roberto Andreatta: [...]
Società
16 giugno - 06:01
In occasione del 'turno' ungherese alla presidenza del Comitato dei ministri del Consiglio d'Europa, sul sito della Fondazione Opera Campana dei [...]
Società
15 giugno - 20:09
Ora il cane si chiama Tina ed è pronta ad essere adottata, le volontarie dell'associazione animalista: “Venite a conoscerla, non ve ne [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato