Contenuto sponsorizzato

Genomica, entro l'1 dicembre la Mach dovrà dire alla Provincia cosa si intende fare

Dirigenti e consiglieri sono divisi tra due posizioni contrastanti: rispondere puntualmente alla richiesta del Consiglio provinciale o rinviare di qualche mese il resoconto
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 27 novembre 2017

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

L’1 dicembre scade il termine di 120 giorni fissato da una mozione votata all’unanimità dal Consiglio provinciale di Trento ai primi di agosto entro i quali il presidente della Fondazione Mach Andrea Segrè e il direttore generale Sergio Menapace insieme al consiglio di amministrazione dovrebbero presentare alla Provincia autonoma di Trento, unico finanziatore pubblico, un piano dettagliato riguardante la futura attività di ricerca del Dipartimento di genomica e biologia delle piante arboree.

 

Meli e vite in particolare. Il condizionale è d’obbligo. Dirigenti e consiglieri sono infatti divisi tra due posizioni contrastanti: rispondere puntualmente alla richiesta del Consiglio provinciale o rinviare di qualche mese il resoconto, per abbracciare nello stesso documento l’attività di tutti i dipartimenti del Centro ricerca e innovazione. 

Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
18 maggio - 06:01
In Veneto e in Alto Adige sono già state avviate le operazioni sugli over 40, mentre in Trentino ci si concentra ancora sulla copertura degli [...]
Cronaca
17 maggio - 19:57
I territori che stanno meglio dal punto di vista del contagio e soprattutto dell'incidenza sono Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. A fare la [...]
Cronaca
17 maggio - 20:11
Trovati 15 positivi, comunicati 2 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 28 guarigioni. Sono 766 i casi attivi sul territorio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato