Contenuto sponsorizzato

A qualcuno il selfie non è bastato. Rubato il Gesù bambino di piazza Duomo

Sull'accaduto sta indagando la polizia locale di Trento. L'assessore Roberto Stanchina: "I colpevoli lavorino sei mesi gratis per la città"

Pubblicato il - 16 December 2017 - 19:23

TRENTO. Brutta stagione per i presepi, soprattutto per quelli esposti sulla pubblica via. Prima quello di Bolzano, 'profanato' da ragazzotti (e ragazzotta) che si sono immortalati mentre mimavano atti osceni con il bue e l'asinello mentre questa volta a farne le spese è stato il presepe di Trento, quello che si trova in piazza Duomo accanto alla cattedrale. La scorsa notte qualcuno, infatti, sarebbe riuscito a rubare il Gesù bambino presente nella mangiatoia.

 

Sul furto sta indagando la polizia locale di Trento. "Al momento - spiega l'assessore Roberto Stanchina - mi sento di dire che sono arrabbiato e deluso. E' un atto molto grave quello che è successo. Spero che ora i responsabili siano individuati nel più breve tempo possibile. I colpevoli dovrebbero lavorare gratis per la città di Trento per almeno 6 mesi".

 

Da tradizione il bambino dovrebbe essere posato nella mangiatoia a cavallo tra il 24 e il 25 dicembre eppure a Trento si era deciso di anticiparne la presenza anche per favorire le fotografia dei visitatori. Questa volta, però, evidentemente, a qualcuno non è bastato a farsi solo un selfie. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 March - 05:01

I dati si stanno invertendo anche sul quadro delle ospedalizzazioni. Grande differenza pure sulla gestione delle varianti. In provincia di Bolzano sono stati trovati 630 casi (31 di mutazione sudafricana e 220 di inglese) mentre in Trentino sono 4 i casi di inglese finora identificati 

28 February - 14:13

Nei giorni scorsi 13 alpaca devono aver pensato di essere finiti in un sogno. Grazie al loro allevatore, in poche ore, sono riusciti a passare dall'inverno sul Renon alla primavera vicino al mare. Ad accoglierli il "Piano degli alpaca", un allevamento di questi simpatici camelidi nel centro Italia che vuole portare serenità e simpatia 

28 February - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato