Contenuto sponsorizzato

La chiesa di S. Maria Maggiore riaprirà anche il pomeriggio grazie ai volontari. Era stata chiusa per furti e danneggiamenti

La chiesa del Concilio era stata chiusa per decisione del parroco alla fine di ottobre. Ora la riapertura pomeridiana grazie ad un gruppo di carabinieri in congedo assieme ad alcuni volontari

Pubblicato il - 17 dicembre 2017 - 08:52

TRENTO. La basilica di Santa Maria Maggiore a Trento da oggi riaprirà anche nel pomeriggio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 14.30 alle ore 17.30.

 

Il 24 ottobre scorso la chiesa del Concilio di Trento aveva deciso di chiudere le porte per cercare di prevenire furti e danneggiamenti visto in numerosi episodi che stavano accadendo. “I problemi ci sono – aveva detto don Andrea Decarli – e abbiamo assistito ad un incremento di furti e danneggiamenti”. Una scelta quindi motivata da un’oggettiva esasperazione e con l’obiettivo di sollecitare una reazione della comunità nel prendersi a cuore la storica aula conciliare.

 

A poco meno di due mesi di distanza è arrivata la nuova decisione, dopo che il parroco ha incontrato i volontari che si sono resi disponibili per garantire una presenza ai fini della tutela e della sicurezza del luogo di culto.

 

L’intervento dell’Amministrazione  cittadina ha consentito il contatto con un gruppo di carabinieri in congedo di Trento che, insieme ad altri volontari, hanno offerto la loro disponibilità, a turno, per una presenza pomeridiana. Ciò consentirà la riapertura nei giorni feriali, mentre nei festivi la chiesa resterà accessibile per le celebrazioni liturgiche.
“Saranno ben accolte - sottolinea don Decarli - altre disponibilità di volontari che vorranno aggregarsi al gruppo per questo servizio”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 17:23

Sono 100 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, mentre 6 pazienti sono in terapia intensiva. Si prevede la riorganizzazione dell'ospedale di Rovereto per fronteggiare la recrudescenza dell'epidemia da Covid-19

28 ottobre - 15:31

Pauroso incidente lungo la strada provinciale 235, quattro persone coinvolte: i feriti elitrasportati in codice rosso all’ospedale Santa Chiara. Gravi disagi alla viabilità, sul posto sanitari, vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale

28 ottobre - 14:22

Si è verificato un violentissimo tamponamento tra un furgone e un autoarticolato lungo la corsia di marcia. In azione la macchina dei soccorsi, ma le ferite riportate nello schianto si sono rivelate fatali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato