Contenuto sponsorizzato

Mercatino di Natale, la sicurezza arriverà anche dall'alto: saranno presenti due torrette

Claudio Alì e Roberto Stanchina: "Vogliamo fare le cose per bene e offrire la massima sicurezza ai visitatori che potranno sentirsi a proprio agio nella nostra città"

Di gf - 15 November 2017 - 17:50

TRENTO. Telecamere, sorveglianza privata 24 ore su 24 ma anche maggiore attenzione nella raccolta dei rifiuti, soprattutto del vetro. Sono queste alcune delle azioni per la sicurezza che verranno messe in campo durante la 24esima edizione del Mercatino di Natale che prenderà il via sabato 18 novembre fino al 6 gennaio 2018.

 

“Nessun allarmismo perché la nostra intenzione è quella di fare le cose per bene offrendo a tutti i visitatori la massima sicurezza per potersi godere le casette del mercatino e la città nel miglior modo possibile” ha precisato oggi l'assessore comunale Roberto Stanchina che, assieme all'amministratore unico di Trento Fiere, Claudio Alì e la direttrice dell'Apt Elda Verones, ha presentato Trento Città del Natale.

 

Tra le novità di quest'anno ci sarà l'assenza della grande stella in ferro che dava il benvenuto all'entrata di piazza Fiera. L'amministrazione comunale assieme all'organizzazione dei mercatini ha infatti ritenuto opportuno spostarla in un altro luogo della città per evitare che, in momenti di grande folla, le basi della struttura vadano a formare ingorghi con conseguente pericolo per i visitatori.

 

“Su questa decisione – ha affermato Stanchina – qualcuno ha fatto polemiche inutili. Addirittura so che è stata presentata una interrogazione in Provincia. La decisione di togliere la stella deriva solo dalla volontà di evitare che si generi un effetto 'collo di bottiglia' che va a ridurre il movimento delle persone in entrata e uscita con il rischio che qualcuno possa anche farsi male. La stella sarà spostata in un altro luogo della città che decideremo in questi giorni”.

 

Le azioni messe in campo per la sicurezza sono state concordate assieme al personale della Questura. Come già detto, il Mercatino di Natale e le zone di maggiore afflusso del centro storico saranno tenute sott'occhio dal circuito di telecamere presenti nel centro storico e collegate con le forze dell'ordine.

 

Accanto a tutto questo, però, quest'anno nelle due piazze saranno predisposte due torrette sopra le quali saranno presenti persone formate ad hoc a disposizione in caso ci sia qualche genere di emergenza.

“Si troveranno – ha spiegato Claudio Alì – in una posizione sopraelevata rispetto la piazza e potranno mettersi a disposizione per coordinare e gestire nel migliore dei modi la situazione in caso di emergenza. Avranno poi a disposizione l'impianto audio per eventuali comunicazioni”.

 

Le zone del centro storico con il maggiore afflusso saranno illuminate a giorno. Ad intervenire sarà anche Dolomiti Energia che non solo predisporrà un numero maggiore di punti per la raccolta dei rifiuti ma effettuerà la raccolta del vetro più volte al giorno per una maggiore sicurezza.

 

“Tutte queste azioni – ha concluso l'amministratore di Trento Fiere – ci sono costate alcune decine di miglia di euro ma ci consentono di offrire  maggiore sicurezza ai visitatori”.   

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 December - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 December - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 December - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato