Contenuto sponsorizzato

Attentato incendiario ai mezzi militari, Ugo Rossi: ''Si tratta di stupida incoscienza e totale irresponsabilità"

Il governatore condanna l'attentato avvenuto la scorsa notte e augura buon lavoro alle forze dell'ordine. Avviate le indagini da parte della procura di Trento 

Pubblicato il - 27 maggio 2018 - 20:01

ROVERE' DELLA LUNA. "Atti come quello di stanotte sono al di fuori del vivere civile e vanno condannati con fermezza, si tratta proprio di stupida incoscienza e totale irresponsabilità". Queste le parole dette nel pomeriggio dal governatore Ugo Rossi in merito all'attentato incendiario che ha coinvolto dei mezzi militari a uso civile a Roveré della Luna.

 

Una ferma condanna, spiega il presidente della Provincia, di questo gesto inaccettabile augurando “buon lavoro alle forze dell'ordine che stanno indagando sull'episodio”.

 

L'attentato, secondo le informazioni fornite dalle forze dell'ordine, è avvenuto la scorsa notte attorno alle 2.30. Ignoti avrebbero incendiato una betoniera e danneggiato sette mezzi militari che si trovavano nell'area della caserma del Genio a Roverè della Luna.

 

Al momento non ci sarebbero rivendicazioni e le indagini sarebbero in mano ai Carabinieri. I militari, sotto la direzione della Procura di Trento, stanno indagando per atto incendiario con finalità terroristiche. Un incendio quindi di origine dolosa, con l'intenzione, da parte degli autori, di colpire l'Esercito italiano.

 

Questa area militare, ex poligono, era stata individuata circa un anno fa dal ministero dell’Interno per allestire il centro permanente dei rimpatri per i migranti

 

Successivamente però il progetto non era stato portato a termine: il ministero della Difesa, proprietario della struttura, negò la concessione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

24 febbraio - 17:13

Il Gruppo di Ferrovie dello Stato prepara la ripartenza post-Covid, dopo aver dovuto rimodulare il servizio a causa delle restrizioni. "Le Frecce allargheranno la rete anche alle città medie e piccole e alle località turistiche. Tra le opere prioritarie il primo lotto della Brennero-Fortezza-Ponte Gardena"

25 febbraio - 08:31

La Commissione europea avrebbe chiesto spiegazioni alla Germania per l'inasprimento dei controlli alle frontiere. Un'iniziativa cui ha fatto seguito quella dell'Austria, ragione per cui la situazione al valico del Brennero è  critica

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato