Contenuto sponsorizzato

Contrabbando di gasolio, sequestrati 26mila litri dalla Guardia di finanza a Vipiteno

I camionisti sono stati denunciati e il gasolio, assieme all'autoarticolato, sono stati sequestrati

Pubblicato il - 17 aprile 2018 - 20:00

VIPITENO. Sono 26mila litri di gasolio di contrabbando quelli che la Guardia di finanza di Bressanone ha intercettato alla barriera autostradale di Vipiteno.

 

Il gasolio si trovava in un camion con targa lituana, che proveniva dalla Germania. I due autisti bielorussi hanno dichiarato di trasportare "olio lubrificante" ed hanno esibito documentazione apparentemente regolare.
 

Immediatamente sono stati fatti dei controlli sul liquido trasportato e ne è risultato che non si trattava di olio lubrificante ma di una partita di 26mila litri di gasolio da autotrazione, non dichiarato e non sottoposto all'accisa, per un valore complessivo di circa 16mila euro.
 

Sempre nel corso dei controlli gli agenti della finanza hanno anche scoperto che il gasolio sarebbe stato portato in un deposito clandestino in centro Italia e non presso la società che appariva sulla documentazione.

 

I camionisti sono stati denunciati e il gasolio, assieme al mezzo, sono stati sequestrati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

13 luglio - 11:40

Un dato che può essere considerato l'ennesimo campanello d'allarme. Sono 174 i tamponi analizzati nelle ultime 24 ore 

13 luglio - 10:28

Bologna e Perugia comandano la classifica rispettivamente per “mega” e “grandi” atenei. Unitn prima fra le università di medie dimensioni. Per elaborare la classifica il Censis ha tenuto conto delle strutture disponibili, servizi erogati, borse di studio, livello di internazionalizzazione, comunicazione e occupabilità, ma anche della gestione del lockdown

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato