Contenuto sponsorizzato

Insulta Cecile Kyenge, la Cassazione condanna definitivamente Serafini: "Discriminazione razziale"

Secondo la Suprema Corte la frase è "un attacco inutilmente umiliante e inutilmente denigratorio della dignità" dell'ex ministra. Il dipendente di Trentino Trasporti dovrà pagare un'ammenda di 2.500 euro

Pubblicato il - 01 marzo 2018 - 09:46

TRENTO. La frase era stata scritta su Facebook: "Torni nella giungla". L'aveva scritta quasi 5 anni fa sulla sua bacheca Paolo Serafini rivolto all'allora ministra Cecile Kyenge. E dopo 5 anni arriva la sentenza definitiva emessa dalla Cassazione: colpevole di diffamazione con l'aggravante della discriminazione razziale.

 

Serafini, che per questo fu licenziato da Trentino Trasporti (poi reintegrato in seguito al ricorso al giudice del lavoro), era stato condannato in primo grado dal Tribunale di Trento. Sempre a Trento la condanna era stata confermata in appello e ora la Cassazione: dovrà pagare un'ammenda di 2.500 euro

 

Secondo la Suprema Corte la frase è "un attacco inutilmente umiliante e inutilmente denigratorio della dignità" dell'ex ministra. Dignità "intesa come percezione della propria dimensione umana e della sua reputazione".

 

"Un attacco personale che facendo leva sulle origini africane della Kyenge, le ha attribuito caratteristiche proprie degli esseri che vivono nella giungla". La Cassazione parla di "gratuito giudizio di disvalore espresso dal Serafini, fondato sull'appartenenza alla razza degli africani di pelle nera che, secondo l'imputato, ha nella giungla e non nella società civilizzata il suo habitat naturale (...) perché assimilabile agli animali, come le scimmie, che vi vivono". 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato