Contenuto sponsorizzato

Investimenti fantasma, truffa da 3 milioni e tre trentini indagati

La Guardia di Finanza ha chiuso le indagini. Sarebbero 62 le persone indicate come vittime del sistema

Pubblicato il - 13 giugno 2018 - 09:46

TRENTO. Una truffa di circa 3 milioni di euro nata con la proposta di far fruttare i propri risparmi con guadagni che si aggiravano attorno al 10%. Un investimento, insomma, da sogni ma che ben presto si è rivelato una truffa.

 

Le indagini portate avanti dalla Guardia di Finanza sono ora chiuse e sarebbero 10 gli indagati e 62 le persone che sono state indicate come parte lesa. (QUI L'INDAGINE DELLA FINANZA)

Tra gli indagati a finire nei guai ci sarebbero tre trentini: l'imprenditore di Molveno Giandonato Fino, Massimiliano Acler ex direttore di banca e Leonardo Sala promotore finanziario.

 

Secondo quanto riferisce l'accusa, il gruppo di truffatori sarebbe riuscito a raccogliere in circa 5 anni ben 3 milioni di euro da vari investitori.

 

L’ ideatore del raggiro sarebbe un distinto signore di nazionalità portoghese, Jorge Antero Silva de Queiros, conosciuto anche come il “Madoff lusitano” che ha attuato la classica truffa piramidale, il cosiddetto “schema Ponzi”, basata sulla promessa di allettanti interessi in tempi brevi; ottenuto il denaro, corrisposti i primi lauti interessi promessi, carpita la fiducia degli investitori, il truffatore spariva col “bottino” raccolto.


I tre trentini, che devono ora rispondere di associazione a delinquere aggravata dalla transnazionalità e finalizzata alla truffa aggravata e continuata, si sono detti a loro volta vittime. Al momento è stata chiusa le indagine e le accuse, ovviamente, sono tutte da dimostrare. La parola è data ora alle difese.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 marzo - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato