Contenuto sponsorizzato

Luisa Zappini non sarà più dirigente della Cue, la Provincia: ''Provvedimento assunto per ragioni di opportunità''

La Provincia comunica anche che il provvedimento è stato assunto per espressa richiesta della dottoressa Luisa Zappini 

Di gf - 05 febbraio 2018 - 10:28

TRENTO. Dopo aver rinunciato al consiglio Ipasvi ora Luisa Zappini non sarà più responsabile della Centrale Unica di Emergenza (Cue).

 

A comunicarlo è la Provincia di Trento con una nota nella quale precisa che la Centrale è stata affidata ad interim a Stefano De Vigili, dirigente generale del Dipartimento protezione civile della Provincia di Trento.

 

Luisa Zappini nel giugno del 2017 era stata coinvolta nella vicenda, documentata da “Il Dolomiti”, del concorso per un posto a tempo indeterminato da funzionario tecnico - indirizzo telecomunicazioni da assegnare al Servizio Centrale unica emergenza.

 

Gli unici tre candidati su 17 iscritti ammessi all'orale erano tutti di Eledia, centro di ricerca dell'Università di Trento che da tempo collabora con la stessa dirigente del servizio Luisa Zappini, presidente della commissione esame. Con quest'ultima, inoltre, avevano fatto delle pubblicazioni scientifiche. Legami che, a seguito della segnalazione de “Il Dolomiti” erano finiti sotto l'attenzione di alcuni consiglieri provinciali ed avevevano portato anche ad una segnalazione a Anac, Procura e Corte dei Conti.

 

Di recente Luisa Zappini è finita iscritta nel registro degli indagati con l'accusa  pesante di: truffa ai danni della Provincia. Una conseguenza diretta dell'interrogazione presentata alla Giunta provinciale da Filippo Degasperi dalla quale emergono una serie di vicende legate da un filo conduttore unico, l'utilizzo di permessi per assistenza a familiari per altri fini diversi dalle prescrizioni della legge 104.

 

Infine, sempre l'ormai ex dirigente della Cue, è stata al centro delle polemiche per il rinnovo del collegio Ipasvi di cui ora ha perso la presidenza. Le ultime consultazioni, avvenuto alla fine dello scorso anno, erano andate a vuoto perché non era stato raggiunto il numero legale di affluenza. Luisa Zappini, allora presidente del seggio, aveva comunque deciso di proclamare gli eletti e di brindare alla sua conferma al vertice, ma la minaccia del ricorso da parte di alcuni iscritti aveva provocato il definitivo annullamento. La scorsa settimana le nuove elezioni e la sconfotta della lista 'storica' capitanata dall'ormai ex presidente Zappini. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 novembre - 13:55

Diverse le valanghe, due in particolare di grandi dimensioni, che sono piombate sulla carreggiata lungo la strada statale 42, diversi i veicoli sfiorati, mentre due vetture sono state centrata dallo scivolamento della neve dalla rampa dell'arteria

15 novembre - 13:25

Situazione difficile anche in Alto Adige, quasi tutti i passi sono stati chiusi per ragioni di sicurezza. Il grado di pericolosità per quanto riguarda le valanghe è stato portato al livello forte, il quarto su una scala di cinque. Dalle 21 di ieri sera l'autostrada del Brennero in direzione Nord, a partire da San Michele all'Adige, sarà percorribile lungo una sola corsia di marcia

15 novembre - 11:36

L'incidente è avvenuto questa mattina ed ha comportato alcuni problemi al traffico. Sul posto i vigili del fuoco, soccorsi sanitari e io carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato