Contenuto sponsorizzato

Maltempo, per aiutare i piccoli e medi produttori arriva la torta per ''La rinascita delle Dolomiti'' - Ecco la VIDEO RICETTA

A crearla è il maestro della pasticceria mondiale Iginio Massari e l'idea è stata lanciata dal progetto "Ddolomiti". L'obiettivo è quello di aiutare i produttori colpiti dal maltempo utilizzando i loro prodotti   

Pubblicato il - 16 novembre 2018 - 10:27

BELLUNO. Aiutare i territori delle Dolomiti a rialzarsi e a ripartire. La solidarietà non si ferma e in queste settimane abbiamo visto come possa arrivare in svariati modi. Questa volta a portarla sarà un dolce: la torta per la "Rinascita delle Dolomiti”.

 

Una torta per aiutare i produttori bellunesi e per contribuire alla “Rinascita delle Dolomiti”. È questo il nome della ricetta che il maestro della pasticceria mondiale Iginio Massari ha ideato per dare il suo personale contributo al superamento dell'emergenza maltempo che ha colpito la montagna veneta, bellunese in particolare.

 

La scelta è ricaduta su alcuni dei prodotti simbolo del territorio come le nocciole, il miele, il latte, il burro e lo yogurt. La ricetta è semplice e non rappresenta un’esclusiva: tutti potranno riprodurla a casa o in pasticceria, con tutte le varianti del caso.

 

La proposta è del progetto bellunese “Ddolomiti” nato per promuovere e difendere la cultura del territorio e l'obiettivo di questa collaborazione è diffondere un messaggio di sostegno alla popolazione bellunese, colpita prima da un incendio devastante del 24 ottobre ad Agordino che ha distrutto intere porzioni di bosco e poi la tremenda alluvione che ha devastato l'intero territorio.

 

Una situazione che ha portato tantissimi imprenditori a perdere gran parte del proprio lavoro e ad affrontare grossissime difficoltà

 

LA RINASCITA DELLE DOLOMITI

 

La ricetta prevede l'uso di burro, zucchero, miele, baccelli di vaniglia, miele di acacia, yogurt, uova, farina di nocciole e farina bianca. Le aziende coinvolte in questo progetto sono insediate in alcuni dei territori più colpiti, ovvero l'Agordino, il Cadore e il Feltrino: “Verso Dolomiti” (Feltre) ha donato le nocciole, malga Dignas (San Pietro di Cadore) il burro e il latte, la cooperativa agricola “Latteria Di Vallata” (Agordino) lo yogurt, l'apicoltura “Due Valli” (Rocca Pietore) il miele e l'azienda agricola “Centro Cadore” (Lozzo) la farina. L'indicazione è quella di comprare i prodotti presso le aziende preferite , purché insediate nel territorio bellunese (laddove possibile).

 

Ecco la ricetta: 

 

Montare in planetaria

400 g burro

200 g zucchero

100 g miele di acacia

 

Aggiungere

2 baccelli vaniglia

250 g yogurt aggiungere

250 g uova versare a filo

500 g farina di nocciole (tostate 160°C per 20 minuti , pelate e una volta fredde, macinate)

250 g farina bianca tipo “O”

Unire le polveri prima setacciate all’impasto, mescolando in continuazione

 

Cuocere a valvola aperta per 24 minuti a 170°C

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 maggio - 12:03

E' successo questa mattina. I due uomini stavano risalendo il canalone con i ramponi quando, probabilmente, sono stati investiti da una scarica di sassi e Zenatti ha perso l'equilibrio

26 maggio - 12:18

Partito dal paese natale di Puos d'Alpago, in provincia di Belluno, Mario Cimarosti ha compiuto in vent'anni oltre 24mila chilometri, esplorando l'Asia lungo la via che fu percorsa da Marco Polo. Tutte le esperienze le ha raccolte in "Ai confini dell'Asia. Avventure e incontri tra zar, sultani e maioliche", libro disponibile in libreria e online, per viaggiare con la mente in questo momento di chiusura dei confini

27 maggio - 12:27

Nel quotidiano aggiornamento sulla situazione Coronavirus in provincia, l'Azienda sanitaria altoatesina non ha registrato nessun nuovo contagio su 738 tamponi effettuati. Ancora 0 il numero dei decessi. Il bilancio, ben differente da Trentino, rimane dunque stabile a 2593 infetti e 291 vittime

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato