Contenuto sponsorizzato

Prete patteggia 4 mesi. Aveva sottratto soldi alla parrocchia per 'comprare' il silenzio dei ricattatori sul presunto filmino hard

Enzo Seppi era parroco di Pilcante, Chizzola, Santa Margherita e Serravalle. Ha risarcito la Curia cedendo il suo appartamento. Tre anni e 6 mesi al ricattatore

Pubblicato il - 15 giugno 2018 - 09:07

ROVERETO. Ha preferito patteggiare, evitando così di entrare in aula, evitando il processo pubblico che avrebbe messo in imbarazzato l'intera curia trentina. Don Ezio Seppi, il parroco di Pilcante, Chizzola, Santa Margherita e Serravalle è stato condannato a 4 mesi di reclusione e 400 euro di multa per appropriazione indebita. 

 

Nel processo era sia parte lesa che indagato. Aveva subito un ricatto a sfondo sessuale: un video lo immortalava con due rumene, e per questo Sebastian Christian Cortea - l'autore del ricatto - è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione. Ma il prete doveva rispondere dei soldi che aveva prelevato dalle casse della parrocchia per pagare Cortea.

 

Don Seppi, oltre alla condanna, ha risarcito la Curia con la cessione del suo appartamento, coprendo così i soldi sottratti dalle casse della parrocchia. Con quei soldi aveva cercato di 'comperare' il silenzio dei ricattatori, cercando in tutti i modi di evitare la diffusione di un filmino che i ricattatori dicevano di avere registrato.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 19:08

Si sono conosciuti in piazza a Novara. Entrambi hanno perso lavoro e casa e poi sono partiti in treno per cercare qualche città dove iniziare una nuova vita assieme. Sono arrivati a Trento da circa un mese e mezzo. Non hanno soldi ed ora con l'arrivo del freddo hanno paura di non farcela

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 19:02

La società Autostrada del Brennero, in accordo con la polizia stradale, ha approntato per la nottata in arrivo delle misure cautelative per impedire gravi turbative alla circolazione dell'asse autostradale. Tra Mezzocorona ed Egna sarà possibile circolare solo su una corsia, evitando la creazione di disagi dovuti a mezzi pesanti in panne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato