Contenuto sponsorizzato

Proseguono le ricerche di Marco Boni, il telefono continua ad essere spento. Domani vertice in Commissariato

E' stata attivata l'unità droni dei vigili del fuoco e si attendono informazioni dai tabulati telefonici del ragazzo

Di Giuseppe Fin - 19 febbraio 2018 - 19:50

TRENTO. Si terrà domani mattina presso il Commissariato del Governo di Trento il vertice per fare il punto sulle ricerche di Marco Boni, il giovane di 16 anni scomparso a Riva del Garda venerdì scorso.

 

A prendere parte all'incontro saranno i responsabili dei vigili del fuoco, del soccorso alpino e delle forze dell'ordine che in questi giorni hanno unito le forze per cercare il giovane originario di Tione e a Riva del Garda per studiare al liceo classico Maffei.

 

E' bene chiarire che al momento le ricerche non si sono fermate ma stanno proseguendo sia attraverso le ricerche con l'unità droni dei vigili del fuoco che dal punto di vista dell'indagini con l'analisi dei tabulati telefonici, la verifica delle immagini delle telecamere e le varie testimonianze.

L'ultima segnalazione ritenuta plausibile del giovane è quella di chi lo ha visto in via dei Molini venerdì alle 19. Il cellulare, purtroppo, risulta essere spento da venerdì pomeriggio e quindi è impossibile individuare la cella telefonica a cui è agganciato.

 

Si moltiplicano, intanto, gli appelli su Facebook e la notizia della scomparsa di Marco ha oltrepassato i confini dei gruppi virtuali trentini arrivando anche nelle regioni limitrofe. A questo momento, purtroppo, non ci sono però novità, le ricerche continuano.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 12:04

Questo pomeriggio sono attesi gli annunci del presidente della Provincia che, dopo lo screening di massa, voleva dare un segnale alla popolazione tornando ad aprire alcune attività. Ma il quadro del contagio resta nero 

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 19:39

Sono pronti per essere abitati i 4 alloggi Itea destinati alle famiglie assegnatarie che hanno deciso di costruire il proprio futuro nello scenario di Luserna, grazie al progetto “Coliving collaborare condividere abitare”. Il sindaco Gianni Nicolussi Zaiga: “Le famiglie si sono innamorate dell’Altopiano Cimbro durante le loro vacanze. Ci auguriamo possano essere presto i nuovi volti della Croce rossa o dei Vigili del fuoco volontari del paese”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato