Contenuto sponsorizzato

Zappini, Capodanno a New York e soggiorni a Honolulu con i permessi di cura. L'avvocato: ''Errori formali, nessuna volontà di dolo''

La dirigente del Cue ai domiciliari, rischio inquinamento delle prove. Dopo l'interrogazione di Degasperti avrebbe cercato di 'correggere' il foglio presenza

Pubblicato il - 06 aprile 2018 - 09:50

TRENTO. Dalla ricostruzione effettuata dagli agenti della Squadra Mobile, su ordine del pm Marco Gallina, Luisa Zappini avrebbe usato permessi di cura per viaggi a New York, Honduras, Parigi. Ricostruzioni dettagliate che hanno passato al setaccio biglietti aerei, ticket autostradali, schede-parcheggio, celle telefoniche.

 

Gli episodi contestati all'ex dirigente del Cue, ora gli arresti domiciliari, sono più di cinquanta. 28 riguarderebbero la truffa aggravata e 22 il peculato. Perché oltre ai viaggi durante i permessi ex legge 104, all'indagata è contestato l'uso del mezzo di servizio, una Fiat Bravo.

 

In questo caso gli spostamenti sarebbero stati effettuati a Rabbi, Milano, Bergamo, Verona, Padova, Brescia e Riva del Garda. Quest'ultimo evidenziato nell'interrogazione del consigliere provinciale Filippo Degasperi che ha provocato l'indagine della Procura.

 

Ma tornando ai viaggi all'estero, dall'ordinanza di custodia cautelare si scoprirebbe il Capodanno a New York del 2014, il soggiorno alle Maldive del 2015 e i due a Parigi  nel 2015 e nel 2016, oltre al viaggio in Spagna nello stesso anno e a Honolulu, a fine agosto dello scorso anno.

 

Luisa Zappini è agli arresti domiciliari, una misura cautelare chiesta al gip dalla Procura per il pericolo della reiterazione del reato ma soprattutto dal pericolo di inquinamento delle prove. Dopo l'interrogazione di Degasperi, infatti, sembrerebbe che l'indagata abbia cercato di modificare i fogli presenza per 'correggere' la sua posizione, servendosi anche dei propri collaboratori. 

 

Per la difesa, sostenuta dall'avvocato Nicola Stolfi, non vi sarebbe nessuna volontà di dolo. Il legale annuncia che ogni dettaglio sarà spiegato e giustificato. A sostegno della tesi che semmai si tratterebbe di sviste o errori formali, senza la volontà di porre in essere alcuna truffa, evidenzia che Luisa Zappini beneficiava di un monte ore ferie non godute pari a 1.100 ore, accumulate durante gli anni della sua carriera. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 12:33

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Visite ambulatoriali e prelievi potranno subire qualche disservizio". Nel frattempo i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato un'assemblea sindacale per quanto riguarda le autonomie locali per venerdì 22 novembre dalle 9 alle 13 alla Sala della cooperazione in via Segantini a Trento

18 novembre - 12:38

Nel programma domenicale "Non è l'arena", condotto su La7 da Massimo Giletti, è andata in onda una discussione isterica sull'Alto Adige tra Vittorio Feltri e Michaela Biancofiore, decisamente poco utile alla causa della comprensione della realtà provinciale da parte del grande pubblico nazionale. Alla complessità si è preferita la cagnara, perché insulti e visi avvampati - conditi da gravi inesattezze storiche - fanno più audience

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato