Contenuto sponsorizzato

Ancora chiusa la statale tra San Lorenzo Dorsino e Molveno per la frana, così come la Loppio e val di Ledro in località Lido. Ecco quando sono previste le riaperture

Le intense precipitazioni di questi giorni mettono, infatti, a dura prova la tenuta dei terreni, saturi di acqua, quindi si registrano diverse frane e tanti smottamenti in tutto il Trentino. Chiusa anche la strada tra la Valsugana e la Vigolana all'altezza di Centa S. Nicolò. Diversi passi non transitabili

Pubblicato il - 25 November 2019 - 17:12

TRENTO. "La strada resterà chiusa presumibilmente per tutta la settimana, queste le indicazioni arrivate dalle strutture provinciali". Così Luigi Nicolussi, sindaco di Molveno, sulla situazione della statale 421 che collega San Lorenzo Dorsino a Molveno.

 

Nel corso della mattina di sabato 23 novembre si è verificata una frana all'altezza del chilometro 27,2 in zona Nembia. "I detriti arrivati in strada non sono un grosso problema - evidenzia il sindaco - la criticità principale è legata alla presenza di tantissimo materiale contenuto dalle reti paramassi. Il servizio della Provincia in questi giorni opererà i necessari disgaggi, quindi verificherà la stabilità per mettere in piena sicurezza la parete rocciosa".

 

Dopo un primo intervento dei vigili del fuoco di zona, la strada è stata immediatamente chiusa e questo comporta notevoli disagi a lavoratori e residenti, costretti a scendere verso Trento per poi risalire per raggiungere la val Giudicarie oppure l'Altopiano della Paganella: attualmente San Lorenzo Dorsino e Molveno non sono collegate e resteranno tali fino a venerdì 29 novembre. Chiusa anche la tratta Andalo-Fai della Paganella per la presenza di alberi schiantati da rimuovere.

 

Diverse problematiche anche nell'Alto Garda. La strada statale 240 di Loppio e val di Ledro risulta chiusa dalla località Lido di Arco a Riva del Garda sempre a causa di una frana. Il traffico sulla direttrice Torbole-Riva è deviato lungo la viabilità interna, cioè si passa da via Monte Brione, strada provinciale 118 di San Giorgio e statale 249 Gardesana Orientale. Anche in questo caso l'interruzione della circolazione è prevista fino a venerdì 29 novembre.

Queste giornate di maltempo hanno comportato diverse situazioni di criticità sulle arterie trentine. Si possono registrare interruzioni alla circolazione per permettere la rimozione degli smottamenti oppure di alberi schiantati, senza dimenticare le operazioni di messa in sicurezza e verifica della stabilità dei versanti.

 

Le intense precipitazioni di questi giorni mettono, infatti, a dura prova la tenuta dei terreni, saturi di acqua, quindi si registrano diverse frane e tanti smottamenti in tutto il Trentino, ieri si è verificata una colata tra la Valsugana e la Vigolana all'altezza dell'abitato di Centa San Nicolò (Qui articolo). La strada resta chiusa e i pompieri sono in azione per posizionare i nylon per cercare di contenere ulteriori movimenti.

In montagna il pericolo valanghe resta alto (Qui articolo): domenica si è verificata una slavina, che si è staccata dal versante trentino per arrivare sulla statale 641 che porta a passo Fedaia. Il valico alpino che segna il confine tra le province di Trento e Belluno e che mette in comunicazione la val di Fassa con l'Agordino, ai piedi della Marmolada, è chiusa per l'imponente massa di neve sulla carreggiata (Qui articolo). Quasi tutti i passi sono comunque chiusi per ragioni di sicurezza.

 

Tra le altre strade dei valici tra le province di Trento, Bolzano e Belluno, ancora chiuse la strada delle Dolomiti da Pordoi alla località ponte Vauz, la Sp 5 dir di Lamosano - Bongaio Fail - dalla località Bongaio fino abitato di Schiucaz, la Sp 20 Val Fiorentina dalla galleria Marzeluch alla località L’Aiva.

 

La Sp 24 del passo val Parola da Falzarego al confine con la provincia di Bolzano, quindi la Sp 30 "Panoramica del Comelico" località Costalta – San Pietro di Cadore e la Sp 619 di Vigo di Cadore dal Rifugio Tenente Fabbro al confine Provincia di Udine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 January - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 January - 05:01

Ispra suggerisce un deciso cambio di rotta nella gestione dei plantigradi fin qui messa in campo dal Trentino: “Essenziale e necessaria una migliore e più trasparente rendicontazione da parte della Pat di tutti gli episodi potenzialmente critici”. Per gli esperti la prevenzione è più efficace di dissuasioni e abbattimenti: “Spesso comportamenti potenzialmente pericolosi possono emergere negli orsi come conseguenza di comportamenti umani non adeguati”

23 January - 09:27

Si attendono i rilievi scientifici dei Ris. Oggi diverse squadre dei vigili del fuoco, assieme alle forze dell'ordine, con la strumentazione di ecoscandaglio verificheranno in profondità la presenza di eventuali cadaveri

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato