Contenuto sponsorizzato

Frana sui binari in val Pusteria, si lavora per riaprire la linea entro Natale

La prossima settimana dovrebbero iniziare io lavori decisivi nelle zone più colpita dagli smottamenti. La ferrovia è rimasta bloccata nelle scorse settimane a causa del maltempo che ha causato diverse frane e smottamenti

Pubblicato il - 30 novembre 2019 - 09:57

BOLZANO. Sono programmati per la prossima settimana lavori decisivi in diversi punti della ferrovia della Val Pusteria, interventi che nell’arco di qualche settimana dovrebbero rendere la linea nuovamente percorribile dai treni. "Faremo di tutto per garantire la riapertura di almeno una parte della linea entro Natale. Prima che questo possa accadere, tuttavia, occorre concludere i lavori di stabilizzazione e messa in sicurezza delle pareti rocciose instabili” ha detto l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider.


La ferrovia è rimasta bloccata nelle scorse settimane a causa del maltempo che ha causato diverse frane e smottamenti. (QUI L'ARTICOLO)

 

Attualmente sono in servizio tra Fortezza e San Candido quotidianamente 51 bus sostitutivi che collegano con corse ogni mezz’ora Fortezza a Brunico e Brunico a San Candido.

 

Dopo un’attenta analisi della situazione, lunedì inizieranno i lavori per la sistemazione dei binari nella zona di Valdaora di sopra interessata da una frana il 19 novembre scorso. L’intervento di ripristino prevede la ricostruzione dell’intero versante a valle della ferrovia riportando in loco il materiale franato, l’esecuzione di opere di drenaggio, la sistemazione dei binari che attualmente sono sospesi nel vuoto e la costruzione di barriere di protezione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato