Contenuto sponsorizzato

Ingoia 76 ovuli di eroina e rischia la vita ma viene fermato sul treno, 30enne arrestato

Il giovane si trovava nel treno EC 83, proveniente da Monaco di Baviera e diretto a Venezia Santa Lucia. Nell'addome sono stati trovati ben 76 ovuli di eroina per un peso complessivo di 1,3 Kg

Pubblicato il - 19 marzo 2019 - 13:00

BOLZANO. Un corriere della droga che trasportava le dosi utilizzando il proprio corpo. A finire nei guai è stato un 30enne nigeriano, incensurato e con passaporto valido e regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Roma.

 

Il giovane stava viaggiando sul treno EC 83, proveniente da Monaco di Baviera e diretto a Venezia Santa Lucia. Gli agenti nel verificare alcuni passeggeri hanno controllo il 30enne che esibiva un biglietto per Verona Porta Nuova ma mostrava segni di ingiustificato nervosismo.

 

La decisione, quindi, da parte delle forze dell'ordine, di accompagnarlo presso il Commissariato per ulteriori accertamenti. Sospettando che il soggetto potesse occultare sostanza stupefacente in corpo, visto alcuni sintomi tipo tremore e gonfiore addominale.

 

Un intervento, questo, anche per salvaguardarne l’incolumità fisica.

 

L'uomo è stato accompagnato presso l’ospedale di Vipiteno, dove gli veniva riscontrata la presenza di numerosi corpi estranei nell’addome. Ben 76 ovuli di eroina per un peso complessivo di 1,3 Kg.

 

Il 30enne è stato tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Bolzano, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

25 novembre - 08:56

La 73enne Iolanda Balzano si è spenta dopo aver lottato contro il coronavirus: madre di quattro figli, nonna e bisnonna si era candidata in sostegno di Franco Ianeselli nelle ultime elezioni comunali. Il figlio: “Una manciata di giorni ti hanno portata via da quella quotidianità che vivevi con la forza e il coraggio”

24 novembre - 16:58

Un’analisi dei certificati di decesso ha mostrato che il Covid-19 è la causa direttamente responsabile della morte nell’89% dei decessi raccolti nel Sistema di Sorveglianza. L’Iss: “È probabile che nei mesi di marzo e aprile i decessi legati al coronavirus siano sottostimati perché molti pazienti morirono senza essere testati”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato